Primo piano

L’anello debole

Per tutto un periodo, nel movimento comunista internazionale è esistita la convinzione che la rivoluzione socialista sarebbe “scoppiata” in uno dei paesi maggiormente industrializzati,...

Il nuovo potere, il potere degli organismi operai e popolari

Nell’Editoriale di questo numero diciamo che il potere della borghesia imperialista, il vecchio potere, si sta sgretolando, è in declino. Diciamo che il nuovo...

Via il governo della Guerra

La guerra ibrida che la Nato sta conducendo contro la Federazione Russa dal 2014 ha subito una svolta il 24 febbraio 2022, quando è...

Staffetta rossa
Agenzia stampa

Il nuovopotere

Il nuovo potere esiste già. Esiste nella relazione fra la Carovana del (n)PCI e gli organismi operai e popolari. Anzi, esiste SOLO dove questa relazione è già, in qualche modo, presente: a macchia di leopardo, in zone diverse e distanti, ma legate dal fatto che in ognuna di esse gli organismi della Carovana del (n)PCI agiscono e operano secondo una linea, un piano e un obiettivo comune. L’aspetto essenziale di questo agire comune consiste nel portare gli organismi operai e popolari a svolgere un ruolo di nuova autorità pubblica che si coordina con altre presenti sullo stesso territorio per contendere la direzione delle masse popolari, cioè la direzione della società e del paese, alle vecchie autorità borghesi, siano esse il comitato d’affari locali o la camera di commercio, il mandamento o la ‘ndrina, la diocesi, la prefettura, ecc.

Gli articoli di questo numero

Tessera simpatizzante

Aderisci all'appello

Iscriviti alla newsletter

Volantini

I Consigli di Fabbrica degli anni Settanta

Maglie

Dai territori