Piacenza: la solidarietà smonta le accuse contro Pallavicini e Arafat!

Dopo la vittoria alla FedEx-TNT è scattata la rappresaglia. Carlo Pallavicini e Mohamed Arafat, sindacalisti del SI Cobas, sono stati arrestati per il ruolo avuto in quella vittoria impedendo i licenziamenti.
Oltre ai loro arresti sono fioccati anche i fogli di via, le multe, le denunce contro i tanti lavoratori protagonisti della lotta. Nelle settimane successive ampio è stato il fronte della mobilitazione e della solidarietà.
Comunicati solidali sono pervenuti da moltissime organizzazioni operaie e popolari. Gli appelli, le raccolte di firme, le conferenze stampa si sono alternate con gli attacchinaggi di manifesti nelle vie della città, con le manifestazioni, come quella del 13 marzo, e con i presidi sotto il tribunale durante le udienze. La vasta campagna e l’articolata risposta all’attacco repressivo hanno posto la questione a livello nazionale: il castello accusatorio è crollato e i due compagni sono stati liberati.
Alla FedEx, intanto, si fa più aperta e aspra la battaglia contro la chiusura decisa dall’azienda.

Print Friendly, PDF & Email
Total
1
Shares

Rispondi

Prev
Genova: i portuali uniti danno una scrollata a Confindustria

Genova: i portuali uniti danno una scrollata a Confindustria

Nel mese di febbraio la Confindustria genovese ha attaccato pesantemente

Next
Campobasso: la classe operaia alla testa della lotta per la salute pubblica

Campobasso: la classe operaia alla testa della lotta per la salute pubblica

Su Resistenza n

Total
1
Share