Palestina Libera: sostenere le forze che lottano contro la colonizzazione e l’aggressione sionista!

A oltre quattro mesi dall’offensiva lanciata da Hamas e altri gruppi della resistenza palestinese contro i sionisti dello stato d’Israele, pubblichiamo tre video in cui offriamo alcuni approfondimenti sulla questione palestinese.

Nei tre video trattiamo dell’offensiva di Al-Alqsa dello scorso 7 ottobre approfondendo in particolare la storia del conflitto in Palestina e il contesto in cui tale offensiva si inserisce. Lo facciamo anche per contrastare la diversione e il cumulo di menzogne che i media di regime diffondono ormai da mesi nel tentativo di delegittimare la resistenza del popolo palestinese e soprattutto impedire che faccia scuola e sia d’esempio per le masse popolari di tutto il mondo contro gli imperialisti e i loro governi.

Sono passati più di 75 anni dall’inizio della guerra e dall’attuazione del piano genocida con cui i sionisti e i loro complici hanno cercato di mettere all’angolo la resistenza del popolo palestinese. Ma il loro piano è stato fatto saltare dall’operazione dello scorso 7 ottobre grazie all’appoggio delle masse popolari palestinesi, senza il quale l’offensiva di Hamas non sarebbe stata possibile.

Quella del popolo palestinese è una grande lezione per tutti i popoli oppressi dall’imperialismo, perché dimostra come la resistenza può far saltare ogni piano degli imperialisti, il cui sistema di potere sta andando in pezzi con il procedere della crisi generale del capitalismo

Ma è una grande lezione anche per le masse popolari dei paesi imperialisti come il nostro, che stanno trasformando la solidarietà con la resistenza palestinese e l’indignazione verso i crimini dello stato sionista d’Israele in ribellione, organizzazione e lotta per cacciare il governo Meloni, complice dei sionisti, servo dei gruppi imperialisti Usa – Nato e di quelli Ue.

Gli scioperi, le manifestazioni, i presidi, le azioni di lotta e boicottaggio, la diffusione capillare della solidarietà con la resistenza palestinese sono tutti esempi importanti di mobilitazione e organizzazione delle masse popolari del nostro paese contro gli imperialisti e i loro governi. Una mobilitazione che è diventata già da ora una spina nel fianco per il governo Meloni.

Una mobilitazione che va intensificata, estesa e coordinata con tutto il resto delle mobilitazioni e lotte in corso nel nostro paese fino alla cacciata del governo Meloni per imporre un governo espressione delle istanze e delle esigenze delle masse popolari, un governo che stabilisca relazioni di collaborazione o di scambio con gli altri paesi disposti a stabilirle con noi, si schieri in solidarietà e appoggio con tutti i popoli oppressi dall’imperialismo.

Con questa sequenza di video sull’argomento diamo un contributo in questa direzione perché comprendere il presente sia strumento e mezzo per trasformarlo. Il testo è liberamente ispirato e tratto dall’Avviso ai naviganti 131 del 26 ottobre 2023, del (n)PCI.
Link: https://www.nuovopci.it/dfa/2023/131/...

Palestina Libera, prima parte – L’offensiva di Al-Alqsa e il contesto in cui si inserisce
Palestina Libera – Seconda parte: il sionismo versione ebrea del fascismo e braccio armato Usa
Palestina Libera – Terza parte: sostenere le forze in lotta contro l’aggressione sionista!
Print Friendly, PDF & Email

Rispondi

Condividi

Iscriviti alla newsletter

I più letti

Articoli simili
Correlati

[Firenze] Discussione – Liberare Firenze da speculatori e guerrafondai!

Come Federazione Toscana del P.CARC abbiamo organizzato un incontro...

Intervista a Jamal Suboh – Palestinese di Gaza che vive in Italia

"Israele non è uno Stato, è un'occupazione"

Strage di Bargi. Una mattanza chiamata lavoro

Basta subire passiamo all'attacco!

Sulla conferenza teorica sulle crisi economiche dell’imperialismo di Amsterdam

Sulla lotta tra l’instaurazione del socialismo e la decadenza del capitalismo