[Napoli] Presentazione pubblica del Partito dei CARC!

Partecipa alla presentazione pubblica del Partito dei CARC!
sabato 30 aprile, ore 10:00 | Galleria Principe di Napoli
Il 30 aprile 2022, a partire dalle ore 10:00, terremo una presentazione pubblica del Partito dei CARC a Napoli, in Galleria Principe (zona Museo).
L’iniziativa si inserisce in un momento storico ben preciso. Lo sciopero generale dei sindacati di base del 22 aprile, la celebrazione della Liberazione dal nazifascismo del 25 aprile, la giornata internazionale dei lavoratori del 1° maggio e gli 8 anni dalla strage di Odessa che cadranno il 2 maggio, sono le date principali del periodo.
La presentazione pubblica del Partito dei CARC vuole un’occasione per rafforzare questo processo, alimentare il dibattito sulla situazione attuale e i compiti che i comunisti e gli elementi avanzati delle masse popolari sono chiamati a svolgere. Un’occasione in cui concentrare le forze e avanzare nella lotta per cacciare via dal nostro paese i guerrafondai e gli affaristi della guerra, chi fa gli interessi degli sfruttatori, degli stragisti del Ponte Morandi e dei devastatori dell’ambiente, chi ha riabilitato i “ragazzi di Salò” e calpesta la Costituzione del 1948.
Per quanto i media di regime e il PD tentino di inquinare con la loro sporca propaganda di guerra lo spirito delle masse popolari e dei lavoratori, il cuore della Resistenza batte in ogni mobilitazione per cacciare il governo Draghi, servo della NATO e della UE!
Il Partito dei CARC chiama tutti i comunisti e tutti quelli che vogliono oggi organizzarsi per liberare il paese da guerrafondai e speculatori a partecipare sabato 30 aprile ore 10:00 in galleria Principe a Napoli.

Vieni a conoscere il Partito dei CARC!

Print Friendly, PDF & Email

Condividi

Iscriviti alla newsletter

I più letti

Articoli simili
Correlati

[Pozzuoli] Ancora scosse a Pozzuoli. Dichiariamo lo stato di emergenza

Individuare e imporre dal basso le misure necessarie a mettere in sicurezza il territorio!

Nessuno spazio alla propaganda elettorale delle larghe intese

Dalla fabbrica all'università. Irrompiamo nella campagna elettorale