[Jesi] Caterpillar: la parola agli operai

Lo scorso 10 dicembre Jean-Matthieu Chatain, il nuovo direttore dello stabilimento Caterpillar di Jesi in provincia di Ancona, ha comunicato l’intenzione dell’azienda di avviare la procedura di licenziamento collettivo. Lo stabilimento Caterpillar di Jesi produceva cilindri idraulici per macchine di movimento terra e l’azienda ha stabilito che fosse più conveniente acquistare i cilindri idraulici altrove piuttosto che produrli direttamente. Con questa manovra quindi 289 operai, di cui interinali, rischiano di rimanere senza lavoro, o meglio, sarebbero stati licenziati in tronco se quegli spessi operai non avessero intrapreso la via della mobilitazione. Via che tutt’oggi è aperta e in evoluzione.

Lunedì 7 febbraio siamo quindi stati a Jesi per incontrare gli operai e raccogliere la loro testimonianza sul campo.

https://youtube.com/watch?v=VbikvsOffQ8
Print Friendly, PDF & Email

Condividi

Iscriviti alla newsletter

I più letti

Articoli simili
Correlati

Irruzione nella campagna elettorale? Alcuni esempi

Quando parliamo di irruzioni nella campagna elettorale cosa intendiamo?

[Pozzuoli] Ancora scosse a Pozzuoli. Dichiariamo lo stato di emergenza

Individuare e imporre dal basso le misure necessarie a mettere in sicurezza il territorio!

Nessuno spazio alla propaganda elettorale delle larghe intese

Dalla fabbrica all'università. Irrompiamo nella campagna elettorale