Con questo comunicato esprimiamo la massima solidarietà al compagno Simone Casella, militante del P.CARC e delegato CGIL/FILCAMS della società di vigilanza privata WORSP di Pisa. Il compagno è stato licenziato in tronco dalla dirigenza, col pretestuoso motivo di aver abbandonato il posto di guardia durante il turno.

È questo un chiaro e palese tentativo di togliere dai piedi uno di quei lavoratori che nei mesi passati ha messo in luce le condizioni di sfruttamento perpetrate da anni dall’azienda verso i lavoratori: contratti non a norma (e paga più bassa!), trasferimenti punitivi e illeciti, procedimenti disciplinari a pioggia, mancanza di DPI nel pieno della pandemia e via dicendo. A fronte di questo, il delegato si è sempre battuto insieme ai suoi colleghi contro queste misure, arrivando a ottenere importanti vittorie sul posto di lavoro e portando solidarietà e supporto anche agli altri lavoratori del territorio, a partire da quelli dell’ospedale di Cisanello e della GKN di Campi Bisenzio, ai lavoratori di altri appalti come AVR e Aeroporto di Pisa.

In tutto questo l’Azienda Ospedaliera Universitaria di Pisa, che ha concesso l’appalto della vigilanza a un’azienda di questo genere, sembra non vedere e non sentire; da mesi non ha mosso foglia alle puntuali e continue osservazioni e note del sindacato su categorie e postazioni non idonee, permettendo alla WORSP di fare il bello e il cattivo tempo: ma di fronte a questo ennesimo attacco è chiamata a schierarsi e prendere una posizione netta a favore del delegato!

Invitiamo tutti i lavoratori a supportare il compagno contro il licenziamento illecito e pretestuoso e chiederne il reintegro immediato, perché la lotta dei lavoratori WORSP è anche la lotta di tutti coloro che ogni giorno si battono per vedere rispettati i loro diritti! Il governo Draghi ha dato ai padroni ancora di più mano libera per licenziare e vessare i lavoratori e ogni giorno si susseguono notizie di chiusure, delocalizzazioni, licenziamenti di delegati sindacali come quelli della USB alla CSO di Scandicci e chi più ne ha più ne metta!

Per questo ci uniamo alla solidarietà già espressa al compagno dalla FILCAMS CGIL di Pisa e dai suoi colleghi del Gruppo Lavoratori WORSP e rilanciamo il presidio organizzato dalla FILCAMS per lunedì 13 dicembre alle ore 14:00 davanti all’ospedale di Cisanello.

Contro lo strapotere dei padroni e per un controllo operaio sull’operato delle aziende! Massima solidarietà e sostegno al compagno Simone e ai lavoratori WORP di Pisa!

P.CARC, Federazione Toscana

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi