[Massa] I lavoratori RATIONAL riaprono la fabbrica! Le fabbriche funzionano meglio senza padrone!

Quello che è successo stamattina a Massa, crea un precedente: gli operai senza il consenso del padrone hanno riavviato la produzione dell’azienda, hanno dimostrato che organizzati e uniti intorno all’obiettivo di tenere aperta la fabbrica e, così garantirsi un futuro, è possibile vincere!

Vincere non solo è possibile, ma anche necessario, soprattutto in un territorio martoriato come quello della provincia di Massa-Carrara: cimiteri di aziende, dissesto idrogeologico, degrado sociale.

Con gli operai della Rational c’erano delegazioni di operai delle aziende del territorio: Pignone e ditte esterne, SANAC, la RSU della Gaspari Menotti.

Erano presenti i sindacati FIOM, CGIL e UGL e le forze sociali e politiche del territorio. È intervenuto anche il sindaco, Alessandro Volpi, con tanto di fascia tricolore e con lui il consiglio comunale.

Il sostegno delle forze politiche e sindacali è il frutto della determinazione di questo nucleo di operai che ha trovato nell’autorganizzazione la strada per diventare una nuova autorità pubblica del territorio che detta i tempi e le modalità della lotta per tenere aperta l’azienda e per creare quel precedente che serve al territorio e al Paese: fare delle fabbriche a rischio chiusura uno strumento di organizzazione operaia intorno a cui nasce la riscossa popolare per costruire la nuova governabilità del territorio e del Paese!

L’esempio degli operai Rational deve riecheggiare in tutte le fabbriche e nelle lotte operaie del Paese. Sono decine le organizzazioni di operai che in queste ore stanno dando sostegno ai Lavoratori Rational, che si uniscano a loro altri decine e centinaia di operai.

Vi segnaliamo la solidarietà del compagno Giorgio Cremaschi: (vedi link).

Invitiamo tutti alla mobilitazione cittadina di domani che partirà dai cancelli della Rational (via Catagnina 10), alle ore 09:00.

Print Friendly, PDF & Email
Total
0
Shares

Rispondi

Prev
25 marzo, Roma: manifestazione nazionale contro Euro, Unione Europea e NATO

25 marzo, Roma: manifestazione nazionale contro Euro, Unione Europea e NATO

Adesione 25 marzo, Roma: manifestazione nazionale contro Euro, Unione Europea e

Next
[Italia] Dove l’istituzione borghese non decide, decide la chiesa: è la Repubblica Pontificia

[Italia] Dove l’istituzione borghese non decide, decide la chiesa: è la Repubblica Pontificia

Riceviamo e pubblichiamo da un nostro lettore

Total
0
Share