[Pisa] Per una campagna elettorale di lotta e organizzazione!

Nell’ambito delle prossime elezioni amministrative di Pisa, a cui saremo chiamati a votare il 14 e 15 maggio, è stato proposto al nostro compagno Simone Casella di candidarsi all’interno della coalizione composta da Una Città in Comune e Unione Popolare a sostegno della candidatura a sindaco di Francesco Auletta. Abbiamo accettato tale proposta, avanzata dal Partito di Rifondazione Comunista che opererà all’interno di Unione Popolare insieme a Potere al Popolo, per costruire una campagna elettorale in cui si parli di repressione aziendale e si agisca in merito, in cui si contrasti il processo di smantellamento dell’apparato produttivo, in cui si metta al centro la necessità di lottare per un lavoro utile, dignitoso e sicuro per tutti, in cui si indicano quali sono i centinaia di posti di lavoro che servono alle masse popolari per far funzionare le cose nella nostra città, per difendere la Sanità pubblica dalla privatizzazione sempre meno strisciante e dalla giungla degli appalti.

Il sostegno alla candidatura a sindaco di Francesco Auletta raccoglie l’esperienza decennale della lista Una Città in Comune, che è stata protagonista nel denunciare le manovre antipopolari delle precedenti amministrazioni di destra e di sinistra che definiamo Larghe Intese, in quanto al netto delle differenze per lo più di facciata hanno sempre portato avanti insieme gli interessi della borghesia imperialista a Pisa: vedi l’appoggio incondizionato alle basi militari di Camp Darby e Coltano e alla militarizzazione del territorio compreso l’aeroporto Galilei, la privatizzazione e svendita dei servizi pubblici dalla sanità agli asili, le speculazioni immobiliari comprese quelle sulle case dello studente. Negli ultimi anni la lista civica ha avuto un ruolo importante nel mobilitare la cittadinanza per la tutela di diritti fondamentali come quello alla casa, alla salute, all’istruzione, e nel ricostruire un movimento contro la guerra e l’ulteriore militarizzazione del territorio, sono stati al fianco del nostro compagno Simone nella lotta contro il suo licenziamento politico portandola nel consiglio comunale e con la presenza ai numerosi presidi di solidarietà.

Candidare un nostro compagno all’interno della lista Unione Popolare è un primo passo anche per sviluppare l’unità d’azione tra le forze progressiste presenti sul nostro territorio su determinati temi, unità che non intendiamo a livello numerico in funzione della raccolta di maggiori voti ma che vogliamo sviluppare attraverso pratiche comuni che valorizzino le esperienze di organizzazione dal basso già presenti sul territorio. Nella nostra città ci sono già decine e decine di organismi che si occupano delle problematiche del proprio posto di lavoro, della propria scuola o università, del proprio quartiere come il comitato di S. Ermete, l’Unione Inquilini, il Comitato Dializzati per citarne solo alcuni. Puntiamo a farne nascere di nuove, che mettano al centro quelle che oggi sono le principali necessità delle masse. Promuoveremo dunque una campagna elettorale che metta al centro l’organizzazione e il protagonismo delle masse popolari, una campagna elettorale, dunque, basata non sulla declamazione di programmi elettorali ma su azioni di rottura con tutto il sistema sorretto dalle Larghe Intese, promuoveremo il dibattito politico nella coalizione per marciare in questa direzione.

Difesa dei posti di lavoro e dell’apparato produttivo, ispezioni nelle aziende, mappature degli edifici lasciati al degrado da adibire ai bisogni della collettività, scioperi al contrario per indicare i lavori che servono e organizzare i disoccupati e pretenderne il pagamento, lotta all’internalizzazione dei servizi specialmente quelli pubblici all’interno delle scuole e degli ospedali e via dicendo. Questo è quello che serve per rompere con le vecchie amministrazioni comunali e costruire, dal basso, una nuova governabilità la cui iniziativa sta nelle mani delle masse popolari che si organizzano e con cui le istituzioni dovranno fare i conti, un’amministrazione locale di emergenza che faccia realmente gli interessi dei lavoratori e delle masse popolari di Pisa.

A breve daremo indicazioni sulla sede del comitato elettorale cui rivolgersi per avere informazioni e sostenere la campagna e su tutte le prossime iniziative che metteremo in campo.

P.CARC sez. Pisa

Print Friendly, PDF & Email

Condividi

Iscriviti alla newsletter

I più letti

Articoli simili
Correlati