[Firenze] Solidarietà agli attivisti di Ultima Generazione!

Esprimiamo massima solidarietà a Giordano e Nicole, attivisti di Ultima Generazione che nella giornata di ieri (lunedì 27 marzo) hanno subito una perquisizione domiciliare da parte della Digos.

Quale sarebbe il crimine che ha meritato questo trattamento? L’imbrattamento (con vernice lavabile) di Palazzo Vecchio. Per conto nostro, quell’azione ha avuto un merito particolare e cioè indicare i responsabili politici delle tante attività devastanti e inquinanti che danneggiano il nostro territorio, che poco o nulla fanno per la tutela dell’ambiente e quindi della nostra salute.

Dario Nardella in qualità di sindaco è il primo responsabile della salute pubblica dei cittadini, ebbene che fa per tutelarla?

Secondo una recente ricerca di Legambiente, Firenze ha una qualità dell’aria pessima con picchi particolarmente elevati di biossido d’azoto. Il traffico automobilistico, perennemente ingolfato, è una delle sue principali cause ed è alimentato dal progressivo smantellamento della ex ATAF (iniziato dal suo predecessore Matteo Renzi).

Inoltre, il nuovo Piano Operativo (pubblico) del Comune di Firenze prevede centinaia di migliaia di metri cubi di cemento in più a partire da Peretola, quartiere popolare già ampiamente vessato da traffico e smog, con il pericolo del raddoppio dell’aeroporto che aggraverà ulteriormente la situazione.

Vengono costruiti a velocità iperbolica student-hotel per ricchi, mentre nel suddetto piano non c’è traccia di edilizia residenziale pubblica se non sotto la forma del famigerato housing sociale, mentre sono oltre 800 gli alloggi sfitti e chiusi senza riassegnarli (così i prezzi degli affitti salgono un altro po’!).

Un’altra grande opera inutile e con potenziali ricadute devastanti sulla falda acquifera e sui monumenti del tanto celebrato patrimonio Unesco è il sottoattraversamento per il TAV agli ex Macelli nel quartiere di Rifredi.

Per finanziare questi scempi i soldi li trovano al volo, mentre per una visita specialistica a Careggi ci vogliono mesi e mesi, le scuole comunali cadono a pezzi, chiudono e smantellano i servizi alla popolazione: per la cronaca, a Rifredi chiuderà l’unica piscina pubblica in cui portare bambini, anziani e disabili…

Come si evince da questi semplici esempi, i motivi della protesta degli attivisti di Ultima Generazione contro il Comune di Firenze sono ben fondati. Condividiamo la loro analisi sull’attacco repressivo e cioè che: “Quanto accaduto a Nicole e Giordano ci sembra più un escalation dovuta alla forte risonanza mediatica dell’azione di Firenze del 17 Marzo, un’esibizione muscolare volta a dare un messaggio alla pubblica opinione, brandendo “provvedimenti esemplari”. Aggiungiamo che l’essere ormai costretti a simili contromisure contro persone che hanno fatto azioni tutto sommato innocue, la dice lunga sulla debolezza della classe dominante!

I “crimini” che Giordano e Nicole hanno compiuto sono quelli di:

1. non aver abbassato la testa e non essersi rassegnati a un destino fatto di inquinamento, catastrofi climatiche e devastazione ma aver lottato per un futuro dignitoso,

2. rappresentare un esempio per i tantissimi che si chiedono come far fronte al marasma in cui ci precipita sempre più la borghesia imperialista.

Del resto, in una situazione in cui gli stessi esponenti istituzionali sono pronti a violare le loro stesse leggi, come ad esempio sta facendo il Presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, arrivando ad affermare che anche laddove venisse accolto il ricorso del Comune di Piombino (dal TAR) contro l’installazione del rigassificatore nel porto cittadino, “la nave non si fermerà”, perché mai le masse popolari dovrebbero rispettarle?

Per quanto ci riguarda, ci mobiliteremo al loro fianco per ogni iniziativa che Ultima Generazione intenderà intraprendere a sostegno di Giordano e Nicole. Invitiamo le altre organizzazioni e partiti comunisti, le associazioni, i gruppi operai e le RSU, a prendere posizione al fianco di chi lotta per impedire l’estinzione del genere umano: questa è la prospettiva se lasciamo il comando della società in mano ai capitalisti, a coloro per cui vale solo la legge del profitto e per la quale sono disposti a qualunque cosa.

Solidarietà a Giordano e Nicole!

Ritorcere contro il nemico l’attacco repressivo!

Cacciamo Nardella, Giani e il PD, partito delle Grandi Opere inutili e nocive!

Federazione Toscana del P.CARC

Print Friendly, PDF & Email

Condividi

Iscriviti alla newsletter

I più letti

Articoli simili
Correlati

[Pomigliano] La repressione non ferma la solidarietà con gli operai Stellantis!

Mercoledì 19 giugno una delegazione di una decina di...

[Bologna] Lettera ai compagni dello stabilimento IIA di Bologna

Il 3 giugno si è tenuta nel piazzale della...

Lotta contro la povertà assoluta nella Repubblica Popolare Cinese

Pubblichiamo a seguire uno scritto elaborato da una compagna,...