[Cecina] La nostra salute non è in vendita

La pandemia Covid 19 ha messo a nudo il vero volto delle Residenze Sanitarie Assistite che, a gestione prevalentemente privata, costituiscono un vero affare di enormi guadagni (e del tutto sicuri!) per i capitalisti che investono su queste strutture.

E’ in questi luoghi che si è verificata una vera e propria strage, che si sono scatenati importanti focolai del virus per l’assenza dei dispositivi di protezione individuale e degli screening, la mancata attuazione dei protocolli di isolamento degli ospiti e di separazione degli spazi.

Anche a Cecina stanno costruendo una mega RSA con 160 posti letto e la stanno propagandando come una grande opportunità per il territorio, perché porterà all’assunzione di 100 posti di lavoro.

La vera opportunità per creare posti di lavoro e nel contempo dedicare un’adeguata cura ai nostri anziani, ai malati cronici e ai disabili sta nel potenziamento dell’assistenza domiciliare e della medicina territoriale gestite dal pubblico, prevedendo, laddove necessario, strutture pubbliche di piccole dimensioni integrate nel territorio: i posti di lavoro verrebbero addirittura triplicati!

Per fare ciò serve un governo che non sia al servizio di speculatori e faccendieri, e metta al centro gli interessi degli anziani, dei malati cronici, dei disabili e delle loro famiglie prendendo quelle misure necessarie a realizzare un sistema sanitario nazionale pubblico, universale e di qualità!

Prevenire è meglio che curare

Potenziare l’assistenza domiciliare e la medicina territoriale pubbliche

Istituire comitati di partecipazione dei familiari e del territorio

Partecipiamo alla mobilitazione europea contro la commercializzazione e la privatizzazione della salute che si svolgerà dal 7 al 10 aprile

Per il diritto alla continuità terapeutica, affettiva e relazionale degli anziani, delle persone con disabilità e in generale di tutte le persone malate non autosufficienti

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi

Condividi

Iscriviti alla newsletter

I più letti

Articoli simili
Correlati

Ponte sullo stretto. 40 tavoli di lavoro in tutta Italia smontano il piano del governo

Prima conquista per i comitati No Ponte sullo stretto di Messina

Volantino per le manifestazioni promosse da FFF per lo sciopero per il clima del 19 aprile 2024

Scarica il file PDF Domande apparentemente retoriche *se ne possono aggiungere...

Lotte studentesche. Lo sbocco politico

Nella giornata di ieri a Roma la polizia ha...

[Bologna] Besta: far crescere le radici del protagonismo popolare

Il comitato Besta, che da mesi porta avanti una...