Sosteniamo e rilanciamo il comunicato della Brigata Soccorso Rosso che da qualche settimana, a Milano, fa fronte concretamente all’emergenza sanitaria, con iniziative che sopperiscono alle mancanze della medicina territoriale (a causa di decenni di tagli alla sanità pubblica): fa tamponi rapidi a chi non ha sintomi per Covid, impedendo così il contagio, ed eventuali consulenze mediche.

La Brigata Soccorso Rosso offre una risposta pratica ai problemi delle masse popolari e dimostra che una diversa gestione della pandemia sia possibile, come in grande hanno dimostrato di poter fare paesi come Cuba, Cina e Venezuela. É una questione di scelte e volontà politica: se mettere al centro gli interessi e la salute delle masse popolari o i profitti dei capitalisti e dei privati che gestiscono grossa parte della sanità lombarda.

Infatti, se un gruppo di attivisti, medici e infermieri in maniera auto-organizzata e con poche disponibilità economiche, per lo più raccolte tra lavoratori e solidali, sono riusciti a fare centinaia di tamponi in sicurezza e gratuitamente, pensate cosa avrebbero potuto organizzare i Sala, Gallera e Speranza!

Bene ha fatto la Brigata ad invitare gli esponenti eletti di tutte le forze politiche del consiglio comunale e regionale, il sindaco di Milano Sala a partecipare alle attività della Brigata Sanitaria nei giorni del 25, 26, 27 dicembre 2020 in piazzale Baiamonti a Milano.

Gli eletti, di fronte alla catastrofica gestione della pandemia e agli effetti della crisi economica, devono decidere da che parte stare: per usare senza riserve la loro posizione di eletti per promuovere in ogni campo le misure che servono per la salute e condizioni di vita e di lavoro dignitose e in sicurezza per i lavoratori e le loro famiglie, per sostenere quegli organismi come la brigata Soccorso Rosso che attuano direttamente queste misure, per contenere gli effetti della crisi economica, ambientale, sociale, per impedire e opporsi con tutti i mezzi contro le misure che vessano le masse popolari.

La costruzione delle brigate mediche sono un passo concreto che alimentano la costruzione della rete del nuovo potere e mostrano come le masse popolari organizzate possono fare (e anche meglio) ciò che le istituzioni della classe dominante non hanno fatto fin dall’inizio della pandemia.

10-100-1000 Brigate Sanitarie Soccorso Rosso: in ogni quartiere, azienda, scuola, carcere!

Cacciare la giunta Fontana-Gallera e costruire il commissariamento popolare della sanità lombarda!

Qui il comunicato stampa della Brigata Sanitaria Soccorso Rosso:

Lanciamo la sfida: IL TAMPONE DI NATALE

A una settimana dall’inaugurazione del servizio, la Brigata Sanitaria Soccorso Rosso, ADL Cobas e Medicina solidale hanno triplicato le risorse: aumenta il numero dei volontari e sono 300 i tamponi sospesi e gratuiti disponibili al tendone di Piazzale Baiamonti nelle giornate di sabato 19 dicembre (h.11.00 – 16.00) e domenica 20 dicembre (h.16.00 – 20.00).

La scorsa settimana, abbiamo garantito 100 tamponi gratis, solidali e sospesi. Siamo riusciti, rispettando tutte le regole e le norme previste, ad offrire un servizio di qualità, riuscendo in un’impresa che poteva sembrare impossibile.

La solidarietà ricevuta ci ha permesso di acquistare altri 300 tamponi, a disposizione da oggi, e molti volontari si sono aggregati a noi. Quindi oggi possiamo fare il miracolo, il Miracolo a Milano: 300 tamponi gratuiti, solidali e sospesi, per chiunque ne abbia bisogno.

Un miracolo davvero, perché a Milano un tampone antigenico viene venduto – nel circuito della sanità privata – mediamente a 45/50 euro, anche perché non è invece garantito gratuitamente a tutti come sancito dall’articolo 32 della Costituzione. Un miracolo perché anche gli ultimi, gli indigenti e gli esclusi potranno monitorarsi e accedere gratuitamente al tampone, strumento fondamentale non solo per il controllo della condizione sanitaria individuale, ma anche per il tracciamento e la salvaguardia della salute pubblica.

Ma non è tutto: la Brigata sanitaria “Soccorso Rosso”, ADL Cobas e Medicina solidale lanciano una sfida solidale alle Istituzioni, alla sanità privata e alla stampa:

IL TAMPONE DI NATALE

Chiediamo, con la forza della dignità e della competenza del nostro lavoro solidale (noi volontari, cittadini, infermieri e medici), alle Istituzioni, ed in particolare:

al Sindaco di Milano Giuseppe Sala

ai Consiglieri comunali

ai Consiglieri regionali

ai presidenti e consiglieri dei municipi

di presentarsi in Piazzale Baiamonti venerdì 25 dicembre dalle 10.00 alle 14.00 in questa sede di strada, come volontari, per aiutare nello screening e per ricevere e discutere con noi le seguenti proposte operative:

1. Costo calmierato dei tamponi: imposizione di una tariffa calmierata (per decreto o ordinanza)

2. De-burocratizzazione totale delle procedure (es. occupazione suolo pubblico, servizi di tracciamento, ecc.)

3. Istituzione del modello di unità mobili di tracciamento

Chiediamo che la giornata di domenica 3 gennaio diventi la giornata del tamponi gratis per tutti, in tutta la Lombardia e possibilmente in tutta Italia. Gli ambulatori privati che aderiranno si impegnano ad offrire i tamponi antigenici e i tamponi molecolari in numero pari a quelli venduti in una giornata di tamponi a pagamento, per fare la giornata nazionale del tampone gratuito.

In questo modo, gli ambulatori privati si impegnano a restituire una piccola parte dei profitti generati dalla vendita di tamponi antigenici a 50 euro e tamponi molecolari a 100 euro; considerato che i tamponi vengono venduti da almeno 100 giornate lavorative, si tratta di restituire meno dell’1% dei profitti. Si può fare. Daranno così almeno un segnale di solidarietà in un periodo di grave emergenza Covid.

Chiediamo alla stampa di dare il massimo risalto a questa iniziativa, in modo che la cittadinanza venga a conoscenza di questa possibilità, ottenendo il tampone gratuito in quella giornata.

Brigata sanitaria Soccorso Rosso

Medicina Solidale

ADL Cobas

ARCI Milano

Contatti stampa:

Riccardo Germani – Brigata Sanitaria Soccorso Rosso

cell. 338 2358196

mail. adlcobaslombardia@gmail.com

Facebook:

http://www.facebook.com/AdlLombardia

Elena Bellini – Medicina solidale

cell. 334 9013939

mail: pressmedicinasolidale@gmail.com

Facebook:

http://www.facebook.com/medisolidale

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here