Partecipiamo alle celebrazioni per il 99° anniversario della fondazione del primo PCI a Livorno!

La Federazione Toscana del Partito dei CARC parteciperà alle iniziative che si svolgeranno a Livorno il 17 e il 18 gennaio in occasione della celebrazione del 99° anniversario della fondazione del Partito Comunista d’Italia – sezione italiana dell’Internazionale Comunista.

La crisi del sistema capitalista si aggrava in ogni campo: dalla crisi economica; alla crisi politica; ecologica; all’acuirsi delle contraddizioni tra la Comunità Internazionale dei gruppi imperialisti europei, americani e sionisti e i paesi che resistono alle sue ingerenze e aggressioni (come stiamo assistendo oggi rispetto alle azioni terroristiche nei confronti della Repubblica Islamica dell’Iran); alle contraddizioni interne alla stessa Comunità Internazionale (concorrenza tra le diverse fazioni di capitale ognuna delle quali è all’affannosa ricerca di nuovi spazi di valorizzazione del capitale) che rende la tendenza alla guerra imperialista sempre più acuta.

L’aggravarsi della crisi del capitalismo rende più favorevoli le condizioni per instaurare il socialismo nel nostro paese. Il compito dei comunisti è far avanzare la rivoluzione socialista nel nostro paese elevando ed estendendo la resistenza che le masse popolari oppongono agli effetti della crisi, portando ogni gruppo e individuo a confluire nel fiume della mobilitazione rivoluzionaria.

Compito immediato dei comunisti è quindi:

-sostenere in ogni azienda gli operai avanzati e in ogni zona gli esponenti avanzati delle masse popolari che in qualche modo nel loro contesto particolare, in un campo o nell’altro, si organizzano per resistere all’uno o all’altro aspetto del catastrofico corso delle cose che la borghesia imperialista impone in tutto il mondo e in ogni campo della vita sociale;

-aiutare ogni gruppo di lavoratori avanzati a occuparsi con più forza e con efficacia crescente della sua lotta particolare;

-spingere ogni gruppo di lavoratori ad andare oltre il suo caso particolare e a legarsi agli altri gruppi che anch’essi nel loro particolare resistono e assieme creare la rete del nuovo potere che si rafforzerà fino a costituire un proprio governo d’emergenza,il Governo di Blocco Popolare, che farà fronte al sabotaggio, al boicottaggio, alle sanzioni e all’aggressione della comunità internazionale dei gruppi imperialisti fino a instaurare il socialismo;

-essere solidali reciprocamente di fronte agli attacchi della repressione.

Questa è l’unità dei comunisti sull’azione che noi promuoviamo rispetto ai compiti immediati della fase. Questa unità sull’azione non elude il dibattito che è necessario affrontare e sviluppare ai fini della rinascita di un movimento comunista all’altezza dei propri compiti: un dibattito che riguarda, sostanzialmente, la strategia e la tattica del partito, la sua linea, attraverso le quali orienta, dirige, forma ed educa la classe operaia e le masse popolari a contrastare la tendenza alla guerra imperialista (la mobilitazione reazionaria, la repressione) e a fare la rivoluzione socialista.

Questo dibattito è necessario ai fini di un’unità dei comunisti ideologica perché un partito grande, unito da grandi valori e grandi ideali, ma che non ha una giusta concezione del mondo scompare più rapidamente di quanto ci si è messo a costruirlo.

I comunisti e i rivoluzionari hanno prima di tutto l’obbligo di adeguare la loro concezione del mondo ai compiti che la fase impone. Per questo motivo come partito stiamo promuovendo un ciclo di iniziative politiche nelle città di Livorno dal titolo: “La rivoluzione socialista è in corso?” attraverso il quale ci proponiamo l’obiettivo di sviluppare la discussione con i tanti compagni, partiti, associazioni che sono alla ricerca di una via per fare dell’Italia un nuovo paese socialista; che ambiscono all’unità dei comunisti; che hanno la falce e martello nel cuore.

Studiare, analizzare, discutere il bilancio dell’opera dei comunisti nostri predecessori è di vitale importanza per capire e carpire gli insegnamenti utili all’opera tutt’oggi rimasta incompiuta ma ancora, e sempre di più, impellente e necessaria: la conquista del potere politico!

Federazione Toscana del Partito dei Carc

***

La rivoluzione socialista è in corso? Ciclo di incontri per avanzare nella ricostruzione del movimento comunista in Italia

Circolo ARCI Arena Astra, piazza Luigi Orlando 39 – Livorno

H. 17.00-20.00

Domenica 12 gennaio

Proletari senza rivoluzione. Dal Biennio Rosso alla nascita del PCdI

Sabato 22 febbraio

Mao Tse-Tung: sulla via italiana al socialismo 

Domenica 22 marzo

Il proletariato non si è pentito. L’esperienza degli anni ‘70, il pentitismo e la dissociazione dalla lotta di classe e dalla lotta rivoluzionaria

Domenica 19 aprile

I compiti dei comunisti oggi

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here