Come ogni anno a fine giugno prendono il via le Feste della Riscossa Popolare, primi appuntamenti in vista della Festa nazionale della Riscossa Popolare (1-4 Agosto) che vedono al proprio interno momenti di autorganizzazione popolare promossi dal Partito dei CARC e volti a valorizzare quella parte di associazioni e di organizzazioni operaie e popolari presenti nei vari territori in cui il Partito è presente, che concepiscono il proprio territorio come bene comune e per questo si organizzano e sono attive nella difesa dell’ambiente, nella difesa dei posti di lavoro, nella lotta per l’emancipazione dei giovani e delle donne, nella solidarietà tra i popoli. Quella parte avanzata e organizzata delle masse popolari che si mobilita per fare fronte agli effetti della crisi economica, politica, culturale e ambientale in corso e che costruisce nei fatti il nucleo da cui partire per la costruzione di un nuovo modello di vita e di società.

Le Feste della Riscossa Popolare di quest’anno (per la Federazione Toscana del P. CARC a Firenze, per la Federazione Lombardia a Milano, per la Federazione Campania a S. Giovanni a Teduccio -NA) si inseriscono in un contesto particolare dove la crescente ingovernabilità, data dall’avanzare della crisi e al peggioramento delle condizioni di vita generali (esemplari sono la chiusura in serie di numerose aziende, le più note Mercatone Uno e Whirlpool), dalla pressione che le masse popolari organizzate in mille forme attuano sul Governo M5S-Lega per l’attuazione delle promesse elettorali, per l’incalzare dei sindacati di regime costretti a mobilitare gli operai e i lavoratori e dall’acuirsi della lotta interna al governo tra chi vuole proseguire le politiche delle Larghe Intese e chi timidamente tende a voler in buona fede attuare misure di “buon cuore” verso le masse popolari, costituiscono numerosi appigli dai quali partire per avanzare nella costruzione delle condizioni per il Governo di Blocco Popolare e nella costruzione Rivoluzione Socialista nel nostro paese.

È questo il filo conduttore delle Feste della Riscossa Popolare 2019 che sono iniziate ieri 21 giugno, ma anche di quella Nazionale che si svolgerà dal 1 al 4 agosto al Parco di Ricortola a Massa e di quelle che saranno promosse dalle sezioni del P. CARC localmente e che si svolgeranno in autunno. L’analisi della fase e l’uso degli appigli che la situazione offre da parte dei comunisti e degli organismi operai e popolari sono gli assi su cui si baseranno i principali dibattiti che il P. CARC promuoverà all’interno delle feste.

Di seguito le locandine

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here