[Milano] Picchiata da un antiabortista, il 10 aprile Stefania sarà processata

Sosteniamo Stefania e i diritti delle donne – Fuori obiettori, Vaticano e fascisti dagli ospedali


Il 4 maggio 2013, si svolgeva davanti alla clinica Mangiagalli di Milano una veglia di preghiera contro la quale si sono schierate donne organizzate in un contro-presidio col quale rivendicavano e difendevano la legalità dell’aborto, per un accesso all’interruzione volontaria di gravidanza che sia libero anche da giudizi morali e da tentativi di colpevolizzare la libera scelta di una donna sul suo corpo. In questa occasione Stefania, nel tentativo di rimuovere cartelli che insultavano la libera scelta delle donne e contro la legge 194 affissi all’ingresso dell’ospedale, veniva aggredita con pugno al volto da un esponente dei comitati pro-life, a cui seguirono due denunce: quella di Stefania e quella del prolife aggressore e l’apertura delle indagini.
Il 10 aprile si terrà il processo presso il Tribunale di Milano (Via Freguglia, 1) alle ore 9,30 e contemporaneamente sarà organizzato un presidio di solidali.


Non lasciamo sola Stefania! Gli ospedali e le strutture sanitarie sono infestate da “medici obiettori” che di fatto impediscono il diritto all’aborto, sono piene di “gruppi di preghiera”, di pressione e di coercizione che fanno degli ospedali terreno di prevaricazione e umiliazione delle donne, sono sempre più terreno per la propaganda medioevale dei gruppi oltranzisti cattolici e dei gruppi fascisti. Il processo a Stefania è il processo a tutte le donne che osano ribellarsi al sistema patriarcale e oppressivo, la società in cui vige la doppia morale del Vaticano, una società in cui vale di più il concetto astratto della “vita” rispetto alle condizioni materiali e concrete di chi vive. Una società in cui morire sul posto di lavoro, morire di parto, morire di stenti e povertà è considerato “normale” (o “una tragica fatalità”) e invece l’eutanasia è considerata un tabù; una società in cui “le donne sono l’angelo del focolare”, ma vengono usualmente trattate come (e in certi casi peggio) delle bestie da soma o da riproduzione.
Ci appelliamo alle donne delle masse popolari, operaie, lavoratrici, studentesse, pensionate, italiane e immigrate affinché facciano un passo avanti e si mettano alla testa della mobilitazione in solidarietà con Stefania. Una mobilitazione a cui sono e devono essere coinvolti gli uomini e i mariti, i figli e i nipoti, i compagni e i colleghi: perché
la lotta contro l’oscurantismo Vaticano e per l’applicazione dei diritti conquistati con le lotte dei decenni passati riguarda tutti; perché l’educazione al fatto che l’oppressione di genere è parte della lotta di classe è un ambito della lotta di classe stessa.

Sostenere Stefania significa:
– organizzare mobilitazioni in vista del processo e durante il processo (non la manderemo da sola in aula);
– organizzare iniziative per sostenere le spese legali (Stefania è una lavoratrice, madre single, militante politica: è una donna delle masse popolari);
– fare una sottoscrizione economica sul CCB intestato a Gemmi Renzo – IBAN: IT79 M030 6909 5511 0000 0003 018 (specificando come causale: spese legali per Stefania)
Sostenere Stefania significa mobilitarsi per contrastare nei mille ambiti in cui è radicata l’influenza e “la legge” del Vaticano, promuovere il protagonismo delle donne che non delegano più, ma iniziano ad applicare direttamente, dal basso e da subito, le parti progressiste della Costituzione.

Federazione Lombardia-Piemonte del P.CARC

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi

Condividi

Iscriviti alla newsletter

I più letti

Articoli simili
Correlati

[Firenze] Adesione alla piazza del 25 aprile di Firenze Antifascista

Per una nuova liberazione nazionale dai gruppi imperialisti USA-NATO,...

[Colle Val d’Elsa] Nasce la lista elettorale Colle Insorge!

In vista delle prossime elezioni amministrative di Colle Val...

Ponte sullo stretto. 40 tavoli di lavoro in tutta Italia smontano il piano del governo

Prima conquista per i comitati No Ponte sullo stretto di Messina

Volantino per le manifestazioni promosse da FFF per lo sciopero per il clima del 19 aprile 2024

Scarica il file PDF Domande apparentemente retoriche *se ne possono aggiungere...