Salutiamo a pugno chiuso il compagno Mauro Gentile, scomparso nella notte tra sabato e domenica. Ci stringiamo ai suoi cari ed in particolare alla sua compagna Valentina e a suo figlio Marcos Josip, ai suoi compagni di lotta disseminati tra la sua amata Teramo, Giulianova, Ancona e il resto d’Italia.

Mauro è stato un compagno che ha vissuto sulla propria pelle cosa è la guerra di sterminio non dichiarata che la borghesia imperialista conduce contro le masse popolari. La sua esperienza di vita l’aveva portato ad individuare in maniera nitida il nemico proprio e della sua classe di appartenenza e da ribelle sincero, indomito e generoso quale era, ha dedicato le sue migliori energie alla lotta contro gli sfruttatori, gli assassini, i guerrafondai, contro i nemici delle masse popolari.

Questa era la causa del compagno Mauro, la causa che l’ha portato a relazionarsi anche con la nostra organizzazione di cui è stato per lunghi anni un sostenitore e un simpatizzante, mantenendo uno scambio costante anche negli ultimi anni in cui si era riavvicinato ad organismi di orientamento anarchico.

Siamo fieri di aver intrecciato con lui solidi e fraterni rapporti, in particolare negli anni della lunga persecuzione subita per la sua partecipazione agli scontri di piazza San Giovanni del 15 Ottobre 2011. Ricordiamo Mauro per come ha esemplarmente risposto al vero e proprio tentativo di annichilimento della sua identità politica, senza cedere ai ricatti e anzi uscendone temprato nel morale e nella motivazione, diventando negli ultimi anni un’avanguardia di lotta nell’azienda metalmeccanica dell’anconetano in cui lavorava e sul territorio, con la coraggiosa lotta anti-sfratto che conduceva da alcuni mesi contro il palazzinaro proprietario dell’abitazione in cui viveva.

La sua prematura scomparsa priva tutti coloro che l’hanno conosciuto di un compagno importante, la cui generosità nella lotta siamo tutti chiamati a colmare. Proseguendo e sviluppando la sua lotta, oltrepassando i limiti che in vita non ha avuto abbastanza tempo per abbattere.

Fino alla vittoria compagno Mauro Gentile!

Print Friendly, PDF & Email