[Massa] Elezioni: sosteniamo “Massa Insorge”

In vista delle prossime elezioni amministrative il Partito dei CARC non formerà proprie liste elettorali, ma sosterrà a pieno la candidatura a Sindaco di Marco Lenzoni appoggiato dalla lista “Massa Insorge”.
Questo perché riteniamo che la candidatura di Lenzoni e lo sviluppo del progetto “Massa Insorge” sia un fatto estremamente positivo per gli interessi delle masse popolari della nostra città.

Quello che occorre oggi, infatti, per affermare gli interessi delle masse popolari è un’amministrazione che sia in netta e totale rottura con la politica delle larghe intese (PD e derivati, Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, ecc.) e, al tempo stesso, che sia espressione di una nuova governabilità dal basso.
Quindi: un’amministrazione di governo e di lotta.

Cosa significa?
Facciamo alcuni esempi.

I lavoratori della SANAC (o della prossima fabbrica che verrà dismessa) non hanno bisogno di un sindaco o di un’amministrazione che si limiti a “chiedere il tavolo a Roma” o a reggere il sacco ai padroni, alla Regione, al Governo o alla parte complice dei sindacati, ma hanno bisogno di un sindaco e di un’amministrazione che impieghi ogni forza e ogni strumento che la posizione di amministratore concede per far crescere la mobilitazione dei lavoratori e della città intera.

I cittadini che soffrono lo smantellamento della sanità pubblica non hanno bisogno di un sindaco o di un’amministrazione che si limiti a “battere i pugni in Regione” (nel migliore dei casi), o a fare da esecutore testamentale delle decisioni prese a Firenze e a Roma dai Partiti di cui sono espressione, ma hanno bisogno di un sindaco e di un’amministrazione che faccia le barricate in città!

I cittadini di Massa non hanno bisogno di piazze scintillanti e ulteriori colate di cemento spacciate per “grandi opere” utili solo a soddisfare gli appetiti di qualcuno, ma necessitano di essere mobilitati nell’individuare le “mille piccole opere utili” per mettere in sicurezza il territorio: dalle montagne, al mare, alle periferie!

Questi sono solo alcuni degli innumerevoli esempi che potremmo fare per affermare un unico principio: oggi ogni proposito di affermare gli interessi collettivi non può stare in piedi se non si combina l’azione di governo a quella di lotta.
Se non si combina la proposta con la protesta.
Se non si combina la competenza con la mobilitazione.
Se non si combina la prospettiva con le barricate!
E allora, se è vero questo principio, ed è vero!, chi tra i candidati a Sindaco e tra le liste in ballo può rendersi interprete di questo processo se non Marco Lenzoni e la lista “Massa Insorge” che mette al centro del proprio operato la costruzione di “un amministrazione dal basso”?

È giunto il momento di osare fino in fondo!  

Ci rivolgiamo agli operai, ai disoccupati, ai precari a tutti quei cittadini che pagano sulla loro pelle il prezzo di una crisi che non sono stati loro a creare!
Ci rivolgiamo agli astenuti, a tutti quegli elementi delle masse popolari che in questi anni in buona fede hanno dato la loro fiducia a Renzi, a Salvini e alla Meloni: mai come oggi la politica delle larghe intese è in crisi.

È ora il momento di osare!
Sosteniamo, propagandiamo, votiamo Marco Lenzoni e la lista “Massa Insorge” per un’amministrazione nuova, di governo e di lotta!
Siamo la maggioranza, puntiamo a governare!

Qualcuno a sinistra (beninteso che con sinistra non intendiamo il PD o le sue variegate e multiformi espressioni!) potrà obiettare che la candidatura di Lenzoni e la lista “Massa Insorge” potrà togliere preziosi voti ad un altro candidato di sinistra.

Compagni, non guardiamo il dito. Guardiamo la luna!

Cosa dobbiamo unire oggi? I pochi consensi di una sana sinistra oppure la legittima rabbia di migliaia di elementi delle masse popolari che in questi anni sono stati traditi, schiacciati e umiliati in ogni modo dalla politica delle larghe intese e che, comprensibilmente, negli anni hanno dato in buona fede la loro fiducia ad arruffapopoli come Renzi, Salvini e Meloni che con il più bieco opportunismo hanno finto di combattere un sistema che giustamente le masse popolari disprezzano? La risposta la conosciamo, e per noi tra le liste in ballo quella qualificata a favorire questo processo è “Massa Insorge”.
Ci rivolgiamo in particolare a Unione Popolare, forza che abbiamo sostenuto alle scorse elezioni politiche e che ha il merito di non aver mai sostenuto né a livello nazionale né a livello locale le larghe intese. Ci rivolgiamo a tutta quella base rossa che magari non troverà una falce e martello nella scheda elettorale o che è giustamente indignata per l’invito della Meloni al congresso della CGIL. Ci rivolgiamo alle forze sindacali combattive come USB. Ma ci rivolgiamo allo stesso modo anche al M5S, che nonostante abbia responsabilità anche gravi come l’aver sostenuto il governo Draghi, a livello locale ha giustamente scelto di svincolarsi dal PD. Ci rivolgiamo, infine, a forze come Rivoluzione Allegra che sono espressione di una parte di mobilitazione delle masse popolari scontente del corso delle cose.

Marciamo divisi ma colpiamo uniti!
Con una lista elettorale o con il sostegno militante in un’unica coalizione anti larghe intese che sostenga la candidatura di Marco Lenzoni.

Sezione di Massa del Partito dei CARC

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi

Condividi

Iscriviti alla newsletter

I più letti

Articoli simili
Correlati

Ponte sullo stretto. 40 tavoli di lavoro in tutta Italia smontano il piano del governo

Prima conquista per i comitati No Ponte sullo stretto di Messina

Volantino per le manifestazioni promosse da FFF per lo sciopero per il clima del 19 aprile 2024

Scarica il file PDF Domande apparentemente retoriche *se ne possono aggiungere...

Lotte studentesche. Lo sbocco politico

Nella giornata di ieri a Roma la polizia ha...

[Bologna] Besta: far crescere le radici del protagonismo popolare

Il comitato Besta, che da mesi porta avanti una...