Insorgiamo!

Contro la guerra, l’economia di guerra, la nato e i suoi servi al governo

La NATO vuole la guerra, le masse popolari vogliono la pace.

Mobilitarsi contro la guerra significa lottare per uscire dalla NATO. Adesso

La Comunità Internazionale degli imperialisti NATO, UE e sionisti sta trascinando il mondo nella guerra. La guerra contro la Federazione Russa è già in atto, quella contro la Repubblica Popolare Cinese è in preparazione.

Le conseguenze si fanno sentire. Costo dell’energia e del carburante, rincari generalizzati e indiscriminati per milioni di famiglie sono ancora poca cosa rispetto a ciò che diventeranno a breve, se non si cambia subito rotta, se non si disinnesca il processo, sottraendo l’Italia alla cieca obbedienza agli USA, alla NATO e alla UE e alla spirale della guerra.

Appelli e preghiere non sono sufficienti per far desistere la Comunità Internazionale. Serve una mobilitazione ampia e continuativa della grande maggioranza della popolazione che si oppone alla spirale di guerra, economia di guerra e speculazioni. Serve una mobilitazione ampia come quella che nel 2003 portò un milione di persone in piazza contro la guerra in Iraq.

Quella battaglia fu persa: la mobilitazione non scongiurò la devastazione dell’Iraq, le centinaia di migliaia di morti, i crimini di guerra, ma servì, al contrario, a sedimentare rassegnazione e sfiducia nelle masse popolari. Per questo è necessario darsi un obiettivo pratico, realistico, possibile: cacciare il governo Meloni e sbarrare la strada a ogni governo composto dai servi della NATO!

Non un uomo nè un soldo per la guerra

Fuori l’Italia dalla NATO

10, 100, 1000 manifestazioni per Cacciare il governo Meloni

Print Friendly, PDF & Email
Total
0
Shares

Rispondi

Prev
[ERS] La presa del Palazzo d’Inverno, la Rivoluzione d’Ottobre e il futuro dell’umanità

[ERS] La presa del Palazzo d’Inverno, la Rivoluzione d’Ottobre e il futuro dell’umanità

Il 7 novembre del 1917 (25 ottobre per il calendario giuliano) è il giorno della

Next
Meloni, ma quale “merito”?

Meloni, ma quale “merito”?

In tutte le scuole e Università fare come alla Sapienza!

Total
0
Share