A FIANCO DEI LAVORATORI PIAGGIO IN SCIOPERO!

Continua lo sciopero alla Piaggio indetto da delegati FIOM e USB per dire NO al taglio dei dieci minuti di pausa “concessi” durante l’emergenza Covid per non stare otto ore consecutive in fabbrica a lavorare ininterrottamente, soffocando con le mascherine.
Gli operai e le operaie della Piaggio stanno continuando a resistere da settimane alle sporche manovre padronali che vorrebbero levargli il diritto al riposo e bene fanno a scioperare, per la loro salute e la dignità! E’ una dimostrazione che la prima base dello sfruttamento resta sempre il furto di tempo alla classe operaia, tanto più in una fase di crisi come questa: anche dieci minuti sono preziosi per il profitto del padrone, su questi si reggono le speculazioni finanziarie e di Borsa, sulla fatica e il sudore dei lavoratori!
In questa situazione di grave emergenza economica, sanitaria, sociale e politica i padroni devono essere messi alle strette dalla forza dell’ unità operaia, l’ unica in grado di favorire i reali interessi di chi per vivere ha bisogno di lavorare.
Imporre la forza operaia e l’organizzazione contro chi vive sulle spalle di chi produce è sempre più un esigenza della classe per frenare questo corso catastrofico che vede le masse popolari e i proletari carne da macello per gli interessi privati e speculativi dei vari Colannino di turno.
La solidarietà agli operai Piaggio è un primo passo per legare ed estendere la loro battaglia, imprimendo fiducia nella lotta e creando un legame con il resto dei lavoratori e cittadini di Pisa e Pontedera.

NON SONO I PADRONI AD ESSERE FORTI.
SONO I LAVORATORI CHE DEVONO FARE VALERE TUTTA LA LORO FORZA!

P.CARC – sezione di Pisa

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here