Sabato 28 marzo si è svolta un’iniziativa congiunta delle sezioni di Brescia e Bergamo del Partito dei CARC, “Covid 19-La parola agli operai”. Con il supporto della Segreteria Federale lombarda si è costruito un confronto in diretta Facebook, al quale hanno partecipato operai e lavoratori provenienti da diverse zone: oltre a Brescia e Bergamo, hanno preso parola o mandato i loro contributi scritti anche lavoratori provenienti dal mantovano, dal varesotto e da Verbania. I settori coinvolti sono stati vari, dal siderurgico alla grande distribuzione, dalla metalmeccanica al settore bancario, dal tessile al trasporto pubblico fino alla produzione di materie plastiche. Settori diversi, ma uniti dalla preoccupazione di come fare fronte all’emergenza sanitaria, così come a quella economica e sociale. Un primo confronto al quale sarà ora necessario dare un seguito e uno sviluppo, per unire le forze e svilupparle. L’obiettivo immediato è costruire organizzazioni operaie e popolari, che sempre più coordinate e coese impongano il loro governo d’emergenza, che faccia gli interessi della classe operaia e delle masse popolari.

Al termine del dibattito è stata letta la seguente dichiarazione di solidarietà:

Dichiarazione di solidarietà con il personale sanitario e con il sindacato USB

Con questa dichiarazione vogliamo esprimere la nostra solidarietà ai lavoratori della Sanità che oggi si stanno prodigando per assistere e salvare vite umane in questa emergenza sanitaria. Nella loro attuale pesante condizione di lavoro vediamo concretamente il significato del progressivo indebolimento del servizio pubblico sanitario attuato negli anni da chi ha governato il paese.  Costoro hanno spostato ingenti finanziamenti dal settore sanitario pubblico verso quello privato. Oggi ne vediamo i frutti per la salute delle masse popolari e l’incolumità stessa del personale sanitario con la disorganizzazione generalizzata del sistema e la scarsa fornitura dei mezzi di protezione individuale. Sosteniamo le proteste e le lotte che in diversi presidii sanitari sono state organizzate per far fronte a questa situazione.

Parimenti vogliamo esprimere solidarietà anche al sindacato USB che per aver indetto e diretto lo sciopero generale dello scorso 25 marzo contro le incertezze del governo nei confronti della protervia degli industriali ha subito la condanna della Commissione di Garanzia. Si evidenzia così come la borghesia stia approfittando della grave situazione sanitaria determinata dalla decadenza del suo sistema politico-sociale per dare ulteriori spallate ai diritti e conquiste di progresso ottenuti dai lavoratori con anni di lotte dopo la sconfitta del nazifascismo.

I partecipanti al dibattito “Covid 19-La parola agli operai” del 28 marzo 2020.

P. CARC sezioni di Brescia e Bergamo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here