[Abbadia San Salvatore] Indicazione di voto per le amministrative 2024

La campagna elettorale che si avvia a conclusione è stata caratterizzata da un positivo fermento, basti pensare che ad Abbadia, si presentano ben quattro liste delle quali una dichiaratamente di destra e tre liste civiche.

La sezione di Abbadia del P. CARC chiama a votare per la lista INSIEME con candidato sindaco Silvio Carli riconoscendola come quella di maggiore spinta e volontà al cambiamento, compresi i candidati con una componente significativa di giovani. Abbiamo partecipato alle iniziative della lista sin quasi dalla sua costituzione con le attiviste dei comitati ambiente e poi alle iniziative esterne da loro promosse durante la campagna elettorale, molto partecipate.

 La lista presenta un ricco programma con aspetti anche innovativi ma la prima cosa che la contraddistingue rispetto alle altre è la “(…) decisa opposizione a qualsiasi ipotesi di un ulteriore sfruttamento geotermoelettrico di tipo industriale in Amiata, a partire dalla centrale a ciclo binario Le Cascinelle (..).”  E’ un no che apre la strada ad altre soluzioni, nel programma si parla delle Comunità energetiche come forma individuata, una volta elaborato il Piano Energetico Comunale, da sempre assente sul territorio. “Le principali forme energetiche utilizzate saranno il fotovoltaico, pompe di calore, minieolico e sfruttamento della energia cinetica del traffico..”. Un bel cambiamento quindi, rispetto al progetto di costruzione di altre venti centrali geotermiche, che governo e regione vogliono imporre in Amiata trasformando il territorio in un Polo Industriale Geotermico.

Anche noi riteniamo che tali centrali, siano molto impattanti per il territorio e non servano a creare ricchezza o posti di lavoro, si tratta di opere speculative e sappiamo bene che la speculazione distrugge la produzione, le infrastrutture e l’ambiente, la salute e il bacino acquifero.  Per questo il 29 maggio abbiamo contestato il governatore della regione Toscana Giani assieme alle attiviste dei comitati ambiente Amiata Val D’Orcia, arrivato nel nostro paese a fare campagna elettorale per la lista civica (PD + PRC). Vedi comunicato www.carc.it.  E’ una spinta molto importante quella che viene dal basso, dai cittadini organizzati, riteniamo che il loro attivismo sia una garanzia in più nell’attuazione di ciò che si dichiara, cioè che non rimanga solo nel programma elettorale. Il punto infatti secondo noi, è saper riconoscere nei comitati, di ogni tipo, per l’ambiente, per il lavoro, per la scuola, degli studenti, quel ruolo di base propulsiva dal basso che, il sindaco uscente non ha mai riconosciuto, e che al contrario Carli Silvio ritiene importanti, infatti la loro visione è giustamente ispirata alla partecipazione popolare e alla trasparenza nell’operato della pubblica amministrazione.

Siamo convinti che la lista Insieme saprà dare un avanzamento alla partecipazione dei cittadini alla gestione della vita pubblica e nell’attuazione della democrazia dal basso, nel programma è stata introdotta la figura del referente di quartiere, importante per il confronto tra amministrazione e cittadini, per individuare i problemi, per poi organizzarsi per trovare soluzioni.

Altri punti del programma sono da apprezzare sui temi delle politiche integrative per immigrati, per la dignità degli anziani, sull’accesso alle cure, sul reintegro dei lavori socialmente utili per chi vive situazioni di disagio ma anche per i disoccupati aggiungiamo noi, c’è tanto bisogno di sistemazione e valorizzazione del territorio come attività costante. Secondo noi ogni Amministrazione comunale deve creare appositi gruppi di lavoro per trasformare sistematicamente e su larga scala i posti di lavoro precari esistenti a tempo indeterminato, gli esseri umani devono essere al centro della nuova società!

Dobbiamo rompere l’isolamento del nostro paese anche rispetto le infrastrutture e il potenziamento di mezzi pubblici, quello che la singola amministrazione comunale non può fare da sola si impegna a mobilitare il resto dei paesi dell’area per creare le condizioni necessarie a farlo, ogni Amministrazione comunale deve tendere a lavorare in sinergia con le amministrazioni confinanti. I comitati già lo fanno, unendosi per risolvere un problema comune che danneggia il territorio di Abbadia come quello della Val D’Orcia, creando coordinamenti, reti in difesa del territorio.

 Se il capitalismo non funziona più, crea povertà e non più ricchezza è inutile addossare la colpa a qualcuna o a qualcosa: al lavoratore straniero, alle donne, ai diversi, alla natura che si ribella, giustificando così le morti dovute all’incuria dei territori, alle alluvioni, alle frane, ai disastri ecologici. Abbiamo bisogno di un sistema sociale che metta al centro le necessità reali dell’uomo e dell’ambiente in cui vive. La crisi avanza a livello nazionale e sul nostro territorio, per questo abbiamo ribadito in questa campagna elettorale, che nessun paese si salva da solo mentre il mondo è in fiamme, con questo spirito abbiamo partecipato e spinto alla partecipazione della settimana Rossa con le celebrazioni del 25 Aprile e del 1° Maggio e ancor prima organizzando flashmob contro il genocidio del Popolo Palestinese. Abbiamo un governo nazionale Meloni, che investe in armamenti, provocando migliaia di vittime in molti paesi e sottraendo risorse destinate alla sanità, alla scuola, alla riconversione di fabbriche nocive e tanto altro. Ogni comune risente della politica regionale e nazionale, i cittadini impareranno sempre più a legare il particolare del territorio al generale della nazione, importante per costituire un governo popolare.

Indicazione di voto per amministrative 2024 a San Quirico D’Orcia

La sezione di Abbadia S.S. del Partito dei CARC, per le comunali di San Quirico D’Orcia, chiama a votare la lista PCI con candidato sindaco Claudio Cresti e con capo lista Niccola Bettollini, unica lista che si oppone sul territorio alla lista civica di centro sinistra che opererà in continuità con l’amministrazione uscente. La lista PCI vuole rompere con la vecchia gestione e dare ad esempio gambe ad un progetto di termalismo popolare, già portato in Consiglio Comunale in passato, le ricchezze naturali del territorio devono andare verso il popolo, con forme di gestione popolare, con terme pubbliche e tenendo sempre in conto che il turismo non può che partire dalle condizioni reali di lavoro degli stessi lavoratori. Importante il progetto di cooperativa edilizia per dare risposta ai bisogni abitativi della classe popolare.

La lista si pone da sempre contro lo sfruttamento geotermico e per la salvaguardia dell’ambiente a partire dalla riconversione della vecchia Fornace, fabbrica storica che è chiusa da anni e che ha un impatto ambientale importante. La collaborazione con la lista garantirà unità di azione  contro le scelte scellerate e impattanti dal punto di vista ambientale che regione e governo vogliono imporre e al territorio Amiata – Val D’Orcia. Se l’intento è di rottura verso le precedenti amministrazioni, ci vedranno al loro fianco nelle mobilitazioni e nella lotta, per la dignità del lavoro e dei lavoratori, per amministrazioni di tipo nuovo.

Sezione Partito dei Carc Abbadia San Salvatore

Print Friendly, PDF & Email

Condividi

Iscriviti alla newsletter

I più letti

Articoli simili
Correlati