Trasmettiamo di seguito le interviste ad alcuni delegati e lavoratori presenti all’assemblea delle lavoratrici e dei lavoratori combattivi tenutasi a Bologna il 27 settembre scorso. Vedi il comunicato di adesione.

Le interviste sono utili perché mostrano in “presa diretta” la ricchezza della lotta di classe in corso e soprattutto gli ampi margini per promuovere l’organizzazione della classe operaia a partire dai bisogni e dagli interessi comuni fino a farla finita con il potere dei padroni.

Affinché il Patto d’Azione diventi il centro promotore della mobilitazione a livello territoriale è necessaria la mobilitazione dei lavoratori avanzati e la costruzione di organismi che si occupino delle vertenze e vadano oltre, conquistino su questa base terreno al nemico di classe e costruiscano a partire da oggi le condizioni per rovesciarne il sistema e prendere il potere.

Serve costruire consigli di fabbrica, di azienda, di scuola e di quartiere aperti al contributo di chiunque voglia mettersi su questa strada, siano essi singoli o organizzazioni. Alcuni esempi di questa tendenza già in atto sono il Consiglio Popolare di Modena, il movimento NO TAV, le brigate di solidarietà, presidi e ispezioni popolari negli ospedali promosse da lavoratori e utenti della sanità, le squadre di vigilanza operaie nelle aziende che impongono le misure per tutelare salute e sicurezza, il tavolo nazionale sulla siderurgia.

10, 100, 1000 Consigli di Fabbrica per far valere la forza dei lavoratori!

Buona visione

***

[Bologna] Intervista a Tiziano Loreti – SI Cobas di Bologna

[Bologna] Intervista a Karim Bekkal – SI Cobas di Bologna

[Bologna] Intervista a Eddy Sorge – SI Cobas di Napoli

[Bologna] intervista a Enrico Semprini – SI Cobas di Modena

[Bologna] Intervista a Mahmoud Hassan – SI Cobas di Torino

[Bologna] Intervista a Gianluca Franciosi – SI Cobas di Piacenza

[Bologna] Intervista a Lulzim Banka – SGB Marcegaglia di Ravenna

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here