NO al rigassificatore a Vado Ligure

Come a Piombino (LI) anche a Vado Ligure (SV) e nei territori confinanti si sviluppa l’opposizione popolare al previsto arrivo della nave rigassificatrice Golar Tundra. Il 10 settembre una catena umana di 10 mila persone ha presidiato la costa di Vado, mentre il 14 a Savona trecento manifestanti hanno contestato, con fischi, slogan e cartelli, il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti (ex Forza Italia, ora Italia al Centro), che è anche commissario straordinario dell’opera per conto del governo.

In seguito all’opposizione popolare, Snam (impresa controllata da Cassa Depositi e Prestiti che si occupa della rete nazionale di infrastrutture energetiche, in particolare quelle del metano) e il governo hanno deciso di spostare la nave rigassificatrice Golar Tundra da Piombino a Vado Ligure. In Liguria la nave dovrebbe arrivare nel 2026 e rimanere lì attraccata per diciassette anni. La sua presenza viene giustificata con la supposta penuria di gas per il nostro paese per via del blocco delle forniture da parte russa. Il gas liquefatto che la nave dovrebbe trattare, per poi immetterlo nella rete nazionale, viene acquistato da fornitori statunitensi e costa il 50% in più di quanto veniva pagato quello russo. É chiaro quindi a chi giova l’affare!

L’arrivo della nave è imposto dal governatore Toti per conto del governo. Il sito di Vado è stato individuato come idoneo su indicazione dell’ex sindaca Monica Giuliano: in gioventù militante del Pci, eletta sindaca col Pd, nel 2020 è poi passata con Toti, mantenendo comunque la carica e il sostegno della giunta formata da esponenti del Pd (a proposito di Larghe Intese…).

Ad agosto 2023 si è dimessa dalla carica per incassare il premio: è stata nominata commissario dell’agenzia regionale dei rifiuti, per uno stipendio annuo di 125 mila euro.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi

Iscriviti alla newsletter

I più letti

Articoli simili
Correlati

[ROMA] FESTA DI RISCOSSA POPOLARE ’24 DELLA FEDERAZIONE LAZIO DEL P.CARC

PROGRAMMA FESTA DELLA RISCOSSA POPOLARE 2024 SABATO 25 MAGGIO -...

Il 31 maggio a Reggio Emilia iniziativa del Comitato di solidarietà con la Bielorussia

Alla presenza dell’incaricato d’affari facente funzione di ambasciatore Kiryl Piatrousky

Irruzione nella campagna elettorale? Alcuni esempi

Quando parliamo di irruzioni nella campagna elettorale cosa intendiamo?

[Pozzuoli] Ancora scosse a Pozzuoli. Dichiariamo lo stato di emergenza

Individuare e imporre dal basso le misure necessarie a mettere in sicurezza il territorio!