Mobilitiamoci e organizziamoci ora per mettere mano agli effetti più devastanti della crisi!

È necessario promuovere già oggi, prima dell’esito delle elezioni, operazioni di lotta che mobilitino e organizzino lavoratori e studenti nella direzione di resistere e attaccare le politiche che stanno smantellando il sistema sanitario nazionale da oramai trent’anni.

Per questo invitiamo tutti i candidati delle liste contro l’agenda Draghi di Firenze e provincia, le associazioni, i comitati e i singoli cittadini a partecipare al presidio, a portare il loro contributo e il loro supporto ai lavoratori e agli studenti, per un servizio sanitario pubblico ed efficiente.

I programmi elettorali che sono stati stesi nello scorso mese sono un progetto di lunga durata, per questo è necessario, se davvero si vuole fare gli interessi delle masse popolari, iniziare fin da subito a promuovere la lotta!

Una lotta che deve necessariamente continuare dopo il 26 settembre!

Una lotta che promuova il protagonismo dei lavoratori e degli studenti, che stimoli l’organizzazione dove ancora non c’è e il coordinamento dove essa è già presente.

Chi meglio di un medico sa quali sono le problematiche del posto in cui lavora e le soluzioni per superarle? Chi meglio di uno studente sa come mettere mano all’università?

Il Sistema Sanitario Nazionale negli ultimi trent’anni sta venendo smantellato a favore di quello privato, così come tutti gli altri servizi pubblici conquistati con le lotte delle masse popolari. Ad oggi in Toscana mancano più di 4mila lavoratori e i doppi turni a lavoro sono diventati cosa ordinaria. Non è vero che mancano medici e infermieri, manca l’interesse ad assumerli. Sono arrivate più di 1.500 domande per entrare alla facoltà di medicina, ma solo 400 posti sono a disposizione. Questa è la direzione di Draghi e la sua cricca!

Invertiamo la rotta!

La sanità non deve essere un campo dove pochi fanno profitto, ma un servizio che metta al centro l’interesse collettivo della prevenzione e della cura.

Chiamiamo a partecipare tutti i candidati delle liste di opposizione all’agenda Draghi: Unione PopolareItalia Sovrana e PopolarePCI e di tutte le altre liste che hanno fatto della radicalità un ingrediente del loro programma. Ebbene: traduciamolo in azioni radicali, adesso in campagna elettorale, manifestando contro lo smantellamento della Sanità pubblica!

Sezione di Firenze Rifredi del Partito dei CARC

Print Friendly, PDF & Email