7 settembre: a Milano gli attivisti ambientalisti si incatenano alla sede del PD

“Abbiamo deciso di interrompere la normale attività di uno dei principali circoli del Partito democratico milanese per poter parlare veramente con la gente. Sembra assurdo – sostengono – ma la crisi climatica è talmente poco presente come urgenza nel dibattito che è necessario arrivare a questo per farne parlare. In una campagna elettorale in cui – come sempre – quasi il 50% dei contenuti è concentrato su attacchi personali e ragionamenti astratti su ‘come mandare avanti l’economia’, le persone a sostegno di Ultima generazione e dello sciopero della fame di Francesco si pongono come i veri adulti nella stanza, riportando alla più reale, concreta e spaventosa crisi che abbiamo di fronte: il collasso eco-climatico e le sue conseguenze sociali”. – da Milanotoday [leggi tutto]

Print Friendly, PDF & Email

Condividi

Iscriviti alla newsletter

I più letti

Articoli simili
Correlati

G7 in Puglia. Mentre i pupazzi ballano il loro regime traballa

Sabato scorso si sono chiusi i “lavori” del G7....

Anche dai seggi elettorali si rilancia la riscossa

Lo scorso fine settimana si sono svolte le elezioni...

Solidarietà a Luciano Pasetti e a tutti i fermati di Piazza Duomo e non solo!

Lunedì 17 giugno p.v alle 14.00 presso il Tribunale...

[Siena] Duecento licenziamenti ad Amadori: insorgiamo!

Il Partito dei CARC, alla luce di quanto sta...