Presentazioni de La mia vita con Lenin di N. Krupskaija

L’11 ottobre si è svolta a Roma, al circolo ARCI Concetto Marchesi, la presentazione del libro con la presenza di Igor Papaleo, Direttore delle Edizioni Rapporti Sociali, e Cristiano Armati di Red Star Press, le case editrici che hanno collaborato alla ripubblicazione del testo. Le Sezioni del P.CARC stanno organizzando la presentazione in varie città, di seguito quelle già fissate in Toscana per i prossimi mesi:

9 novembre – Firenze, Circolo ARCI Il Campino

17 novembre – Livorno, Feltrinelli

28 novembre – Pistoia, Centro di documentazione

30 novembre – Poggibonsi, Circolo del PRC “G. Zhukov”

12 dicembre – Viareggio, Associazione Petri

E’ possibile organizzare la presentazione del libro contattando il Centro Nazionale o le Segreterie Federali (indirizzi a pag. 8).

 

A Milano dibattito sul Biennio Rosso

Alla Casa del Popolo di via Padova, la Sezione di Milano ha organizzato due iniziative molto riuscite nell’ambito della campagna “Il primo assalto al cielo”.

Il 28 settembre un dibattito sul Biennio Rosso introdotto da una sintesi di un testo di riferimento (Proletari senza rivoluzione di Del Carria) che permesso di sviluppare una discusione sui principali insegnamenti che è possibile trarre da quella esperienza ai fini della rivoluzione socialista in corso.

Il 19 ottobre è stata la volta della presentazione di Estremismo, malattia infantile del comunismo di Lenin, un testo la cui stringente attualità è stata dimostrata dalla ricca discussione che si è sviluppata sul ruolo e sui compiti dei comunisti.

Per richiedere copie dei libri e per organizzare iniziative rivolgersi al Centro Nazionaledel P.CARC.

 

Massa, 8 novembre: seminario “operaio” sul Biennio Rosso

“Il seminario è rivolto in particolar modo agli operai, ai lavoratori e agli studenti. Ha per oggetto la conoscenza del contesto storico in cui centinaia di migliaia di operai volevano “fare come la Russia”, le forme e il contenuto della loro mobilitazione, i motivi per cui sono stati sconfitti e il perchè quella sconfitta ha aperto le porte al fascismo.

Un approfondimento è dedicato alla conoscenza dei Consigli di Fabbrica comparsi in Italia a imitazione dei soviet in Russia proprio nel Biennio Rosso, smantellati dal fascismo, ricostituiti spontaneamente nelle lotte dell’Autunno Caldo del 1969 e infine disciolti con l’accordo dei sindacati di regime nel 1991. Essi sono stati uno strumento formidabile di organizzazione operaia e di esercizio della democrazia proletaria dentro le fabbriche e nel resto della società” – dal volantino che propaganda l’iniziativa.

 

Poggibonsi, presentazione delle Opere di Mao tse-Tung

Si è svolta nella sede del PRC di Poggibonsi una partecipata iniziativa nata dalla collaborazione del P.CARC con i compagni del PRC locale: la presentazione delle Opere di Mao tse-Tung pubblicate dalle Edizioni Rapporti Sociali è stata l’occasione per discutere del bilancio della prima ondata della rivoluzione socialista mondiale e degli apporti del maoismo alla teoria comunista. Di particolare rilievo il riconoscimento, espresso in vari interventi sia dei relatori che dei partecipanti, della necessità di conoscere e assimilare la concezione comunista del mondo per usarla nell’analisi della realtà contemporanea e nell’azione che i comunisti promuovono.

L’iniziativa è stata un successo per vari motivi: certamente anche la partecipazione è andata oltre le aspettative, ma soprattutto si è toccato con mano che quando alle logiche di contrapposizione, settarismo e concorrenza fra partiti e organizzazioni comuniste si sostituisce la volontà di confronto e di sintesi comuni (senza voler per forza essere d’accordo su tutto!) la discussione si fa seria, ricca, appassionante.

Ringraziamo i compagni del PRC di Poggibonsi e confidiamo di poter ripetere in futuro la stretta collaborazione per iniziative congiunte.

 

I figli del vulcano

Firenze, 24 ottobre – presentazione del libro I figli del vulcano con l’autore, Roberto Vallepiano. La Sezione di Rifredi ha promosso una bella e partecipata occasione per discutere, partendo dal contenuto del libro che ripercorre la storia della lotta armata in Guatemala, anche delle mobilitazioni in atto in Centro e Sud America, dell’internazionalismo proletario, del ruolo del Vaticano e del Mossad nel massacro dei militanti rivoluzionari, della necessità della rinascita del movimento comunista.

 

Roma, 2 novembre: Arditi, arditismo e Impresa di Fiume

“La rivoluzione socialista in Europa non può essere nient’altro che l’esplosione della lotta di massa di tutti gli oppressi
e i malcontenti. Una parte della piccola borghesia e degli operai vi parteciperanno inevitabilmente – senza una tale partecipazione non è possibile una lotta di massa, non è possibile nessuna rivoluzione – e porteranno nel movimento, non meno inevitabilmente, i loro pregiudizi le loro fantasie reazionarie, le loro debolezze e i loro errori. Ma oggettivamente essi attaccheranno il capitale. (Lenin – Risultati della discussione sull’autodecisione, luglio 1916).

Presso l’associazione Dinamo (Via dei Gelsi, 111) si tiene l’iniziativa “Dall’arditismo, all’impresa di Fiume al movimento degli Arditi del Popolo”. Relatori Andrea De Marchis della Direzione Nazionale del P.CARC; Silvio Antonini, storico dei movimenti antifascisti e autore, Alberto Fazolo, internazionalista e autore.

 

A Terni, la città umbra dell’acciaio, l’iniziativa sui Consigli di Fabbrica

 

Grazie alle relazioni che il P.CARC sta stringendo con le “spedizioni” di propaganda e organizzazione in Umbria con operai della zona, organizziamo un’iniziativa sui Consigli di Fabbrica: cosa sono stati, che ruolo hanno avuto, perché e come essi rappresentano ancora oggi uno strumento valido ed efficace per gli operai e il loro ruolo nella costruzione della rivoluzione socialista.

L’iniziativa si svolgerà il 22 novembre alle h 17 presso la sede del PRC di Terni. Per maggiori informazioni è possibile rivolgersi alla Segreteria Federale Toscana che è responsabile ddel lavoro del Partito in Umbria.

 

Rassegna “l’Internazionale” a Napoli

La Segreteria Federale Campania, in collaborazione con GalleryArt, sta organizzando per il mese di novembre e dicembre un ciclo di iniziative nella Galleria Principe di Napoli dal titolo “L’Internazionale – Rassegna politico-culturale per il centenario della fondazione della III Internazionale”. Dalla presentazione del progetto: “Il “primo assalto al cielo”, con il quale la classe operaia e il resto delle masse popolari, dirette dal loro partito comunista, rovesciarono secoli di dominio borghese e la condizione di oppressione e sfruttamento cui erano relegate, si è esaurito nonostante l’eroismo che il movimento comunista è riuscito a suscitare fra le masse popolari di tutto il mondo, nonostante il socialismo abbia trionfato tanto da riguardare, nel momento della sua massima espansione, un terzo del mondo, nonostante questo gigantesco, innovativo e sperimentale cantiere della società umana sia riuscito a far intravedere e a sperimentare, cento anni fa, il futuro prossimo dell’umanità.

Un nuovo assalto al cielo è possibile, oltre che necessario, ancora oggi. A presupposto il principio elementare di ogni scienza, fra cui quella della trasformazione della società umana: la conoscenza dei fatti, l’analisi delle condizioni, il bilancio dell’esperienza. Per imparare ancora dal passato, ma senza ancorarsi o limitarsi ad esso, per quanto glorioso esso sia, bensì per riprenderne la traccia e superarlo.

“L’Internazionale” vuol essere, allora, una rassegna politico-culturale con cui gli operai avanzati e gli elementi avanzati delle masse popolari, i compagni e le compagne con la falce e il martello nel cuore, tutti quanti vogliano parteciparvi possono dotarsi degli elementi di conoscenza, di bilancio e di coscienza necessari per guardare al futuro senza paura e con fiducia: perché il comunismo resta il futuro dell’umanità!”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here