Festa nazionale della Riscossa Popolare

Organizziamo la Festa nel contesto della guerra. Guerra contro la Federazione Russa (è inutile girarci attorno: il governo Draghi ha trascinato il paese nelle operazioni militari della NATO!) e guerra del governo, delle istituzioni e dei padroni contro i lavoratori e le masse popolari (dai morti sul lavoro a quelli per malasanità). Sull’estate si addensano nubi che preparano quello che accadrà in autunno: crisi energetica, economia di guerra, scarsità di materie prime, ulteriori chiusure di aziende, bollette alle stelle e prezzi fuori controllo… “Ma come, e voi fate una festa?”. Ebbene sì. Anzi, lavoriamo per fare una festa più ampia, coinvolgente, partecipata. Perché prima di tutto, la Festa nazionale della Riscossa Popolare è un’iniziativa politica, di dibattito, di organizzazione e di lotta.

Né con la loro normalità, né con la loro emergenza. Lo stato di emergenza dobbiamo dichiararlo noi per imporre il Governo di Blocco Popolare.

La normalità della classe dominante è imposizione del programma comune della borghesia imperialista, è produzione e riproduzione di emergenze di ogni tipo, è devastazione e saccheggio del paese.

L’emergenza della classe dominante è aggravamento della situazione: maggiore sfruttamento, più speculazioni, promozione della guerra fra poveri (caccia al nemico pubblico) e intruppamento nella guerra fra Stati promossa dalla NATO, maggiore controllo e repressione più dispiegata.

Lo stato di emergenza dobbiamo dichiararlo noi, noi lavoratori dipendenti, lavoratori autonomi, precari, disoccupati, finte Partite IVA, studenti, pensionati… e dobbiamo organizzarci per rovesciare il tavolo: cacciare il governo Draghi e sostituirlo con un governo di emergenza delle masse popolari organizzate, il Governo di Blocco Popolare.

Ecco perché siamo ben convinti che discutere, confrontarsi, scambiare esperienze e soprattutto organizzarsi sia necessario. Ecco perché siamo decisi a organizzare la Festa nazionale della Riscossa Popolare e, anzi, lo facciamo con spirito di conquista e prospettive di sviluppo.

I posti in campeggio sono esauriti

Per informazioni, scrivi a [email protected] o tramite messaggi (whatsapp, telegram o sms) al 3386795587

Pagina Facebook – Profilo Instagram

Dibattiti

Giovedì 11 – ore 18
Elezioni 2022: un fronte comune per liberare il paese dalle Larghe Intese leggi l’invito

Sabato 13 – ore 18
Bastonare Draghi, cacciare le larghe intese! Lo stato di emergenza lo dichiariamo noi! leggi l’invito

Martedì 16 – ore 18
Comunisti! Un confronto fra partiti e organizzazioni su divergenze, differenze e costruzione dell’unitàleggi l’invito

Caffè letterario

Concerti