Niente tornerà come prima, tutto deve essere meglio di prima

EDITORIALE Anche se le operazioni militari in Ucraina finissero domani, niente tornerà come prima. Le operazioni militari iniziate il 24 febbraio come diretta conseguenza delle...

Creare 10, 100, 1000 organismi di base. Non più un passo indietro!

Nonostante gli ingenti investimenti economici e gli sforzi creativi, il ridicolo teatrino della diversione dalla realtà che la classe dominante mette in scena con il suo stuolo di “nani, ballerine e cantanti”...

Elezioni politiche del 2023. Rafforzare il fronte anti Larghe Intese

Anche nel pieno della situazione di emergenza determinata dalla crisi generale, dalla pandemia e dalla guerra c’è chi pensa soprattutto alle prossime elezioni politiche, in programma nel 2023. Per...

Una strada c’è

Liberare l’Italia dal controllo della nato, dalla guerra e dai ricatti Rendere ingovernabile il paese fino a imporre un governo di emergenza delle masse popolari organizzate

Il popolo sardo si mobilita contro la NATO

A causa della presenza dei tre poligono NATO più grandi d’Europa, la Sardegna è una terra in cui fervono le mobilitazioni contro l’occupazione militare e l’inquinamento ambientale causato dai poligoni e dalle...

Ancora e sempre NO TAV

Il 16 aprile si è tenuta in Val di Susa una nuova manifestazione No TAV. Circa cinquemila persone, provenienti dalla valle e da varie parti d’Italia, hanno marciato da Bussoleno al presidio...

È nato il Coordinamento Movimenti Popolari

Dalla fine dello scorso anno, su spinta della Confederazione delle Sinistre Italiane, è stato avviato un processo di discussione e attività comuni tra diverse realtà che hanno come obiettivo la rinascita del...

25 Aprile a Milano: appunti per fare un passo avanti

Decine di migliaia di sinceri antifascisti presenti al corteo del 25 Aprile a Milano non sono riusciti a trovare il modo di espellere dalla manifestazione i corpi estranei e ostili, ma hanno...

Iniziative di presentazione del P.CARC

Trent’anni fa, nel novembre 1992, un convegno nazionale a Viareggio sanciva la nascita dei CARC, i Comitati di Appoggio alla Resistenza per il Comunismo. Per anni i CARC sono stati un’organizzazione comunista...

Attività culturale delle Sezioni – Presentazioni di libri e dibattiti

Le donne e la Resistenza: intervista a Piera Antoniazzi – a cura del P.CARC Il 14 aprile si è tenuta la presentazione online dell’opuscolo Intervista a...

Aggiornamenti dalla GKN

Dopo la manifestazione nazionale del 26 marzo a Firenze, gli operai della GKN di Campi Bisenzio (FI) continuano la lotta per la riapertura della fabbrica in stretta sinergia con il gruppo dei...

22 aprile: contro il governo, la guerra e il carovita

Si è svolta a Roma, il 22 aprile, la manifestazione per lo sciopero generale del settore privato indetto da USB. In totale erano circa 5000 i manifestanti: dagli operai dell’ILVA di Taranto...

20 maggio: sciopero generale contro la guerra

Il P.CARC sostiene lo sciopero generale contro la guerra indetto da una larga parte del sindacalismo di base e conflittuale (CUB, SGC, SI COBAS, USI, ADL COBAS e altri) con l’adesione di...

Perché non esiste nessun imperialismo russo (Ancora sull’imperialismo)

Per fornire ai lettori gli elementi essenziali per orientarsi rispetto allo sviluppo della tendenza alla guerra imperialista, nei mesi scorsi abbiamo trattato dell’imperialismo in alcuni articoli. Nell’articolo...

Regime di controrivoluzione preventiva: non è moderno fascismo, ma non è democrazia

Estratti dall’articolo “Ancora sulla controrivoluzione preventiva” pubblicato nel 2000 sul n. 6 de La Voce del (nuovo)PCI. La borghesia ha iniziato a passare dalla democrazia borghese alla controrivoluzione...

Guerra in Ucraina: conoscere il processo storico per capire il presente

Sintesi liberamente tratta da “Avviso ai naviganti 120 del (nuovo)PCI - 25 Aprile, 77° anniversario dell’insurrezione del 1945”. Rimandiamo al testo completo, pubblicato sul sito www.nuovopci.it, per una ricostruzione più approfondita,...

Quando la storia bussa alla porta

Editoriale Quando nel 1991 è arrivato a conclusione il processo di dissoluzione dell’URSS, la borghesia imperialista annunciava sguaiatamente la fine della storia – intesa come fine dell’epoca della...

Il nemico è in casa nostra e sta al governo: organizzare ovunque la nuova...

Draghi e il suo governo devono essere cacciati I lavoratori e le masse popolari organizzate possono vincere ancora, come hanno vinto contro i fascisti e i nazisti nel 1945. Organizzare ovunque...

Se gli operai scrivono il piano per riaprire la fabbrica

Le Larghe Intese governano il paese principalmente perché la rete del nuovo potere delle masse popolari non è ancora sviluppata e organizzata a un livello tale da soppiantarle. Questo...

Guerra in Ucraina – Contro la confusione, nessuna equidistanza

Bisogna porsi concretamente la questione di prendere in mano il governo del paese per liberarlo dalle forze occupanti, dalla NATO, dalla UE, dal Vaticano. Se ci mettiamo in quest’ottica emerge tutta...

Nuova normalità – Chi governa vuole riportarci indietro di cent’anni

Da quando si è esaurita la prima ondata della rivoluzione proletaria mondiale, la classe dominante manovra per portare indietro l’orologio della storia e fare piazza pulita dei diritti e delle conquiste delle...

Corsica: “benvenuti in Donbass”

Centinaia di anni di oppressione francese e di repressione delle avanguardie di lotta indipendentiste, la crisi economica che affama le masse popolari (1 corso su 4 vive sotto la soglia di povertà...

Ipocrisia: immigrazione, accoglienza e sfruttamento

I flussi migratori sono una delle conseguenze del corso disastroso che la borghesia imperialista impone al mondo. Così come è impossibile fermare l’emigrazione dai paesi e dalle zone del...

Comunicato dell’Associazione Nazionale Vittime dell’Uranio Impoverito

In molti stanno prendendo posizione contro la guerra e l’impiego di soldati italiani nelle operazioni. Mentre lo Stato porta al 2% del PIL le spese militari, non sono solo le associazioni pacifiste...

Nella “democratica” Ucraina repressione e persecuzione politica

L’attuale regime ucraino è nato dal colpo di Stato promosso da Washington nel 2014 (Euromaidan). Fin dal 2014 esso ha dato mano libera e sostenuto i nazisti in una feroce “caccia ai...

La differenza fra informazione e formazione

Nell’epoca della menzogna, della manipolazione, dell’intossicazione delle coscienze usata come strumento di controrivoluzione preventiva, il problema principale delle masse popolari NON è l’attacco alla libertà di informazione e la battaglia principale NON...

Toscana: la rete lavoratori contro il Green Pass

Pubblichiamo di seguito l’intervista ad alcuni membri della “Rete Lavoro No Green Pass”, operai della Vitesco e della Magna, aziende toscane produttrici di componenti per auto. È un esperienza preziosa di...

USB: il 22 aprile sciopero e manifestazione nazionale a Roma

Il P.CARC aderisce e sostiene questa mobilitazione. Anche questo sciopero deve essere un’occasione per avanzare nella costruzione dell’unità e dell’organizzazione della classe operaia. Il documento...

Massa: formazione e dibattito operaio

Il 28 febbraio 2022 la Sezione di Massa del P.CARC ha svolto la consueta lettura collettiva mensile di Resistenza. Abbiamo discusso l’articolo “GKN, una nuova fase della lotta”. La...

12 marzo: corteo a Bologna contro il Green Pass e la guerra

Il 12 marzo abbiamo partecipato alla riuscita manifestazione nazionale contro la guerra e contro lo stato di emergenza promossa a Bologna da Fronte del Dissenso, Emilia Romagna Costituzionale e Movimenti di Resistenza...