Il 16 agosto, nell’ambito dell’edizione 2022 della Festa Nazionale di Riscossa Popolare, terremo l’iniziativa di dibattito “Comunisti! Un confronto fra partiti e organizzazioni su divergenze, differenze e costruzione dell’unità”.

Anche quest’anno ospitiamo un momento di dibattito della nostra festa nazionale dedicato alla rinascita del movimento comunista. Il corso delle cose conferma inequivocabilmente che l’instaurazione del socialismo, è la direzione verso cui deve risolutamente marciare la nostra lotta. Non più “socialismo o barbarie” ma “socialismo o socialismo” è l’alternativa di futuro che sta innanzi a noi e alle masse popolari.       

Il rafforzamento del movimento comunista cosciente e organizzato è il fattore decisivo per la salvezza delle masse popolari del nostro paese e del mondo dal corso catastrofico imposto dalla borghesia imperialista.  Il 2022, pur in un mutato contesto storico, mette noi comunisti in una posizione analoga a quella in cui altri comunisti si trovarono in passate situazioni storiche. La storia ha bisogno di una spinta per compiersi nel verso favorevole alle masse popolari e questa spinta non può venire che dall’azione del movimento comunista alla testa della classe operaia e delle masse popolari.

Giungiamo a questo appuntamento con la storia in una condizione di debolezza e frammentazione, aggravata per di più dall’epoca di nera reazione in cui la sconfitta del vecchio movimento comunista e dei primi paesi socialisti aveva fatto sprofondare il mondo intero. Ciò nonostante, nel corso degli anni e con maggiore intensità nell’ultimo decennio, sono sorte numerose iniziative con l’obiettivo di porre rimedio a questa situazione. Si sono costiituite nuove formazioni comuniste che hanno posto al centro della propria azione la ricostruzione di un partito comunista e il rilancio della lotta per il socialismo. Sono sorti diversi appelli per l’unità dei comunisti in un unico PC. Si svolgono dibattiti e scissioni che sebbene alimentino la frammentazione attuale del movimento comunista denotano soprattutto vivacità. Sempre più apertamente prende piede la lotta tra linee nel movimento comunista, sulla strada da intraprendere per raggiungere l’obiettivo della sua rinascita.

Urge dunque confrontare le nostre analisi del presente e del passato, confrontare i risultati raggiunti nella nostra azione, le scoperte così come i problemi e le difficoltà  che incontriamo in corso d’opera. Non gioverà alla nostra comune causa il farsi “le scarpe a vicenda” badando ad ottenere più seguito sui social,  più presenze TV, più tesseramenti per un’organizzazione in particolare. Gioverà piuttosto alla nostra opera imparare a fare rete e collaborare come i membri di una stessa comunità scientifica confrontano tra loro i risultati dei loro esperimenti.

Per alimentare questo processo mettiamo a disposizione uno specifico momento di dibattito all’interno della nostra festa nazionale. Terremo un tavolo di confronto aperto alla partecipazione di rappresentanze di ogni organizzazione espressione dell’attuale movimento comunista italiano,  su temi ideologici e politici che riteniamo di stringente importanza, attinenti alle lezioni da trarre per l’oggi dall’esperienza del vecchio movimento comunista, ai compiti immediati dei comunisti nella lotta contro il corso catastrofico delle cose, all’orizzonte strategico della nostra lotta.

Invitiamo le organizzazioni interessate ad intervenire e portare il loro contributo al dibattito a scriverci alla mail: [email protected]

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi