Il proletariato non si è pentito – Autori vari a cura di Adriana Chiaia

Prima pubblicazione ERS – 1984

ristampa 2017, pagg 608, formato 24x17cm, euro 30.

Un’opera che è stata la pietra miliare della lotta contro il pentitismo e la dissociazione dalla lotta di classe e dalla lotta rivoluzionaria. Contiene un’analisi profonda e apre gli occhi sulla natura politica della operazione politica della borghesia e della scelta dei militanti che hanno compiuto questo passo.
Articolato in tre parti, il libro affronta il tema del regime carcerario, delle torture fisiche e psicologiche che i comunisti hanno subito in carcere, individua il processo per cui il pentitismo è stato possibile a causa dei limiti interni del movimento rivoluzionario, si addentra nell’analisi più ampia per cui il regime repressivo e di controrivoluzione preventiva si è dotato di strumenti e metodi finalizzati non solo ad arginare il movimento rivoluzionario, ma a intaccare e sfaldare l’intero movimento di classe, operaio e proletario, attuando dinamiche che hanno colpito direttamente gli operai, i proletari, i comunisti.
La compagna Adriana Chiaia, curatrice del libro, ammette che quest’ultima parte non è assolutamente esaustiva, si tratta infatti di una serie di spunti analitici da arricchire con la pratica che ogni comunista ha vissuto e vive sul proprio territorio, nella propria pratica, nella lotta.
Questo libro è un contributo indispensabile per affrontare con serietà lo studio dell’esperienza degli Anni Settanta in Italia, del Movimento Rivoluzionario che ha coinvolto migliaia di compagni, lavoratori, donne, studenti e trarre insegnamenti per la rinascita del movimento comunista.

Richiedilo contattando le Sezioni e Federazioni del Partito dei CARC o scrivendo a: edizionirapportisociali@gmail.com carc@riseup.net.

Può essere acquistato con una soluzione a scelta tra il pagamento diretto alle Federazioni o Sezioni del P.CARC o un versamento su:
– Conto Corrente Bancario
Intestato a Gemmi Renzo, IBAN: IT79 M030 6909 5511 0000 0003 018;
– Ricarica postepay
Postepay n.  5333 1711 4473 9212 intestata a Gemmi Renzo;
– Paypal
Accredito sul Conto https://www.paypal.me/PCARC usando il metodo “amici e familiari”

Costo della spedizione
5,00 euro
x pacco postale tracciato (consegna entro 6 giorni lavorativi)
8,00 euro x pacco tramite corriere espresso (consegna entro 3 giorni lavorativi)

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi

Condividi

Iscriviti alla newsletter

I più letti

Articoli simili
Correlati

[Firenze] Discussione – Liberare Firenze da speculatori e guerrafondai!

Come Federazione Toscana del P.CARC abbiamo organizzato un incontro...

Intervista a Jamal Suboh – Palestinese di Gaza che vive in Italia

"Israele non è uno Stato, è un'occupazione"

Strage di Bargi. Una mattanza chiamata lavoro

Basta subire passiamo all'attacco!

Sulla conferenza teorica sulle crisi economiche dell’imperialismo di Amsterdam

Sulla lotta tra l’instaurazione del socialismo e la decadenza del capitalismo