Nelle mani del nemico di A. Colombi

Nelle mani del nemico è un libro che parla del carcere fascista, ma non parla principalmente del carcere.
Dalle celle di Regina Coeli, dall’isolamento “pancaccio e pane e acqua”, dal racconto della resistenza quotidiana che i comunisti opponevano alle angherie dei carcerieri fascisti, traspare il filo conduttore che da dietro le sbarre unisce i rivoluzionari prigionieri alla lotta concreta contro il fascismo, di cui anch’essi sono parte attiva in carcere, con le scuole di formazione, con tutti gli espedienti che collettivamente e individualmente trovarono per sopravvivere al duro regime carcerario, con l’inesauribile fiducia nella vittoria.
Nelle mani del nemico si può non essere solo prigionieri. Arturo Colombi lo spiega bene: nelle mani del nemico non si smette di vivere, di lottare; non esistono sbarre, isolamento, maltrattamenti e stenti che possano fiaccare l’amore per la classe operaia e la determinazione nella lotta per il socialismo.

 

Pagg. 115, euro 10 – edizione 2006

Può essere acquistato con una soluzione a scelta tra il pagamento diretto alle Federazioni o Sezioni del P.CARC o un versamento su:
– Conto Corrente Bancario
Intestato a Gemmi Renzo, IBAN: IT79 M030 6909 5511 0000 0003 018;
– Ricarica postepay
Postepay n.  5333 1711 4473 9212 intestata a Gemmi Renzo;
– Paypal
Accredito sul Conto https://www.paypal.me/PCARC usando il metodo “amici e familiari”

Costo della spedizione
5,00 euro
x pacco postale tracciato (consegna entro 6 giorni lavorativi)
8,00 euro x pacco tramite corriere espresso (consegna entro 3 giorni lavorativi)

Print Friendly, PDF & Email

Condividi

Iscriviti alla newsletter

I più letti

Articoli simili
Correlati

[Pozzuoli] Ancora scosse a Pozzuoli. Dichiariamo lo stato di emergenza

Individuare e imporre dal basso le misure necessarie a mettere in sicurezza il territorio!

Nessuno spazio alla propaganda elettorale delle larghe intese

Dalla fabbrica all'università. Irrompiamo nella campagna elettorale