244 Visite

Rilanciamo a seguire, il messaggio di adesione dei sindaci NO TAP alla mobilitazione contro il debito ingiusto convocata per domani sabato 14 aprile dal sindaco di Napoli Luigi De Magistris. La mobilitazione del sindaco De Magistris contro il “debito ingiusto” della città di Napoli è a pieno titolo una battaglia che difende le parti progressiste della Costituzione e smaschera le violazioni e le manipolazioni che per decenni i governi del nostro paese hanno portato avanti con l’obiettivo di farne carta straccia di principi che sono stati ripetutamente elusi, aggirati e apertamente violati. È particolarmente importante che tale mobilitazione non resti confinata come battaglia solo di De Magistris o solo della città di Napoli, il sindaco di Napoli può e deve mettersi alla testa di tutti gli amministratori locali soffocati dalle leggi da macelleria sociale che i governi delle Larghe Intese espressione dei poteri forti stanno portando avanti negli ultimi anni.

I sindaci NO TAP rappresentano un esempio di amministratori che si sono posti al servizio delle masse popolari organizzate del proprio territorio contro il governo centrale e gli interessi dei gruppi imperialisti europei, americani e sionisti e la costruzione di una grande opera dannosa, inutile e odiata dalle comunità locali. La loro adesione va esattamente nella direzione della costruzione di un fronte apertamente schierato contro i governi delle Larghe Intese, che è ben emerso dopo le elezioni del 4 marzo e che deve portare alla costruzione di Comitati di Salvezza Nazionale per promuovere la mobilitazione e organizzazione delle masse popolari e in particolare degli operai.

***

I Sindaci No Tap aderiscono convintamente all’appello del Sindaco di Napoli De Magistris in merito alla giornata di mobilitazione indetta per il 14 aprile in Piazza Municipio. Siamo convinti che non debbano essere i cittadini del 2018 a pagare il prezzo degli errori della politica del passato. Non possiamo pensare che lo Stato si comporti in questo modo nei confronti dell’unico baluardo rimasto sul territorio italiano: le municipalità. Diciamo no al debito e ribadiamo la nostra voglia di lottare contro chi vuole toglierci il futuro appesantendo e affossando i bilanci fragili dei comuni. Noi non siamo disposti a caricare sulle nostre spalle il debito altrui e rinunciare alla dimensione del sogno di una Italia migliore e diversa che parta dai comuni per trasformare in senso orizzontale lo Stato. Esprimiamo piena solidarietà ai cittadini di Napoli e invitiamo nel Salento il Sindaco e tutti i napoletani per una grande manifestazione che rilanci e promuova un’agenda politica diversa che metta al centro le persone e da parte i capitali.

Firmato

I Sindaci No Tap:

Fabio Tarantino per Martano

Antonio Chiga per Zollino

Marco Potì per Melendugno

Fulvio Pedone per Lizzanello

Francesca De Vito per Calimera

Luca De Carlo per Vernole, 

Andrea De Pascali per Castrì di Lecce 

Dina Manti per Corigliano d’Otranto

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata