22 Visite

Rilanciamo la nota diffusa dal Comitato Lavoratori Rational in occasione del primo anniversario della loro lotta. Quello della Rational è un esempio importante che dimostra come laddove ci sia qualcuno che alimenti la resistenza, quella si sviluppi e allarghi alle masse popolari del territorio.

***

Ad un anno dall’inizio della lotta…

Esattamente un anno fa era lunedì. A quest’ora era iniziato da poche ore il presidio permanente nel piazzale della nostra fabbrica. Dopo le lacrime all’aroma di cipolla con le quali il padrone ci aveva comunicato due giorni prima, venerdì 10 marzo, dell’imminente chiusura della fabbrica, la nostra lotta iniziava a muovere i suoi primi passi. Striscioni, assemblee e cortei, operai e solidali stretti attorno a noi, sorrisi, lacrime, abbracci, rabbia e gioia. Mesi di lotta nei quali abbiamo sofferto ma abbiamo anche riso. Mesi nei quali abbiamo visto che se i nostri nemici, stringi stringi, li conti nelle dita di una mano, per i nostri amici a cercarli tutti non basterebbe l’intero piazzale . Mesi di lotta duri ma anche avvincenti, nei quali abbiamo messo al centro la difesa e la riconquista del posto lavoro. Una piccola fabbrica non è il mondo, certo, ma dentro questa piccola fabbrica abbiamo visto le ragioni di un mondo diverso che aspettano solo di essere coltivate e di crescere. Un piccolo gruppo di Lavoratori non sono la città, certo, ma in questa lotta abbiamo visto alzarsi e camminare il senso di riscatto di un intera città che da troppi anni subisce sopprusi e angherie decisi da altri. La lotta si è conclusa. Potremmo dire “vabbè ci abbiamo provato!”. Ma non è questo il punto, non scriviamo per questo. Il punto è un altro. Un gruppo di Lavoratori ha ricominciato a vedersi, a parlarsi e a confrontarsi partendo dal bilancio di questa lotta e dalla propria condizione di disoccupati. La decisione è una sola: QUESTA LOTTA DEVE CONTINUARE! quindi compagni, amici, solidali…tenetevi pronti perchè presto ci rifacciamo VIVI!

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata