[Internazionale] Da Napoli a Milano il P.CARC sostiene la Repubblica Popolare Democratica di Corea!

Condividiamo a seguire i comunicati di due iniziative che si terranno a Napoli e a Milano, rispettivamente il 22 e il 28 dicembre, in solidarietà con la Repubblica Popolare Democratica di Corea (Corea del nord). Sono queste, iniziative che mettono al centro la solidarietà internazionalista con questo paese socialista, sempre più al centro di infamanti accuse e vili attacchi da parte della borghesia imperialista. Quello della Corea del nord è un esempio di resistenza e di forza che dà entusiasmo e sostegno alla rinascita del movimento comunista internazionale e alla resistenza antimperialista in tutto il mondo.

***

Sostenere la Repubblica Popolare Democratica di Corea!

Dall’inizio del 2017 la Repubblica Popolare Democratica di Corea (RPDC) è oggetto di minacce militari da parte degli imperialisti USA e dei loro servi, accompagnate dall’inasprimento delle sanzioni economiche da parte dell’ONU. I media di regime sostengono a loro volta questa operazione con una martellante campagna di denigrazione, falsificazione e ridicolizzazione dell’esperienza coreana (di cui la sinistra borghese è complice): una vera e propria propaganda di guerra finalizzata a giustificare agli occhi dell’opinione pubblica l’invasione del paese.

La verità è che la resistenza della RPDC, del Partito del Lavoro di Corea e del popolo coreano rafforza la rinascita del movimento comunista internazionale e di quello antiimperialista perché contrasta il disfattismo seminato dalla sinistra borghese e infonde coraggio e fiducia in tutti coloro che nel Mondo lottano contro la Comunità internazionale dei gruppi imperialisti europei, americani e sionisti, i veri terroristi e criminali di guerra della nostra epoca.

La RPDC e il Partito del Lavoro di Corea mostrano infatti con la loro lunga storia alle masse popolari e ai popoli oppressi di tutto il Mondo che è possibile resistere agli imperialisti USA e ai loro servi e affrontare situazioni estremamente difficili e complesse: sono riusciti a restare in piedi nonostante la guerra del 1950-53, l’occupazione del Sud del paese da parte degli USA, le sanzioni economiche, le provocazioni continue, il crollo o cambiamento di colore del resto dei primi paesi socialisti. Sono riusciti inoltre a dotarsi di un proprio armamento nucleare come deterrente rispetto alle invasioni e attacchi degli imperialisti, facendo tesoro delle lezioni provenienti dall’invasione dell’ex Jugoslavia, Iraq, Afganistan e Libia.

Di questo trattaremo venerdì 22 dicembre 2017, alle ore 17:30 in Galleria Principe di Napoli (zona Museo), attraverso gli interventi di Fabiola D’Aliesio della Direzione Nazionale del P.CARC, del senatore della Repubblica Bartolomeo Pepe che racconterà di quanto constatato di persona durante i due viaggi nella RPDC e con i saluti della Console del Venezuela a Napoli Amarilis Gutierrez Grafe.

***

SOLIDARIETà E SOSTEGNO ALLA REPUBBLICA POPOLARE DEMOCRATICA DI COREA

GIOVEDì 28 DICEMBRE

H 18.00 / 19.30 – Presidio a p.le Loreto

H 20.00 – Cena tipica nord coreana di solidarietà (parte dei ricavati saranno devoluti per le spese legali dei compagni sotto processo) @ Spazio Ligera

Rifiutare la propaganda di regime e la propaganda di guerra, solidarizzare con la Corea del Nord, il suo governo e il suo popolo!

Chi minaccia la Corea del Nord è lo stesso che attacca i diritti e le conquiste delle masse popolari, è lo stesso che opprime gli operai e i lavoratori e che promuove la guerra fra poveri e il razzismo, è lo stesso che costringe milioni di persone a emigrare dai loro paesi per sfuggire alla guerra e alla devastazione dell’ambiente, è lo stesso in tutto il mondo, paese per paese, Italia compresa. La solidarietà di classe e l’internazionalismo proletario sono un’arma che rafforza la rinascita del movimento comunista: rafforza i lavoratori e le masse popolari che la usano, in qualunque parte del mondo essi si trovino, rafforza la posizione di chi resiste e indebolisce il nemico comune.

Alla propaganda di guerra e di regime opponiamo la solidarietà di classe e l’internazionalismo proletario!

Dalla Corea del Nord al Venezuela bolivariano: 10, 100, 1000 ribellioni alla Comunità Internazionale degli imperialisti USA e sionisti!

Cacciare il governo Renzi-Gentiloni che svende il paese agli imperialisti USA e UE, che affama i lavoratori e le loro famiglie, che costringe i giovani all’emigrazione o alla disoccupazione, che promuove la guerra fra poveri!
Imporre ai vertici della Repubblica Pontificia un governo di emergenza delle masse popolari organizzate per garantire a ogni adulto un lavoro utile e dignitoso, per sbarrare la strada al razzismo e alla mobilitazione reazionaria, per rompere con la NATO e la UE, per stingere con i paesi democratici e progressisti relazioni di cooperazione e solidarietà!

A cento anni dalla Rivoluzione d’Ottobre che ha innescato la prima ondata della rivoluzione proletaria mondiale, fare in Italia quello che gli operai e le masse popolari, dirette dal partito comunista, hanno fatto in Russia nel 1917 è la strada che abbiamo di fronte.

“Lo sviluppo e il progresso dell’armamento strategico della Repubblica Popolare Democratica di Corea hanno l’obiettivo di difendere la sovranità e l’integrità territoriale del nostro paese e di assicurare la pace per il nostro popolo a fronte dalla politica di ricatto e di minacca nucleare portata avanti dagli imperialisti USA. Il nostro riarmo non costituisce quindi una minaccia la pace per gli altri paesi (sia vicini che lontani) purché non vengano violati gli interessi della RPDC. Questa è la nostra dichiarazione solenne! Quale potenza nucleare responsabile e Stato che ama la pace, la RPDC farà ogni sforzo possibile per servire il nobile scopo di difendere la pace e la stabilità del mondo” (KCNA, 29 novembre 2017).

Iniziativa promossa da Partito dei CARC – Sezione di Milano “Teresa Noce” e Spazio Ligera

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

*