Rilanciamo a seguire il comunicato diffuso dalla sezione di Massa del Partito dei CARC in occasione dell’assemblea pubblica promossa dal presidio permanente degli operai NCA con l’appoggio degli operai della Rational, un importante esempio di organizzazione e coordinamento da parte della classe operaia in autonomia dalla borghesia imperialista e i suoi facenti funzioni politici locali. Buona lettura.

***

Il 14 novembre alle ore 18.00, sfidando il freddo di queste serate, oltre 150 persone hanno partecipato all’Assemblea Pubblica promossa dal Presidio Permanente Operai NCA. L’assemblea è stata caratterizzata da due elementi importanti:

1) il Presidio Permanente ha organizzato questa iniziativa in totale autonomia senza delegare niente e a nessuno, in particolar modo alle sigle sindacali e alle Istituzioni. Questo conferma, a NCA come alla Rational, che basta anche un piccolo nucleo di operai decisi a lottare fino in fondo contro i soprusi del padrone, per promuovere e sviluppare la mobilitazione di tutto il territorio. Due lotte, Rational e NCA, che seppur diverse tra loro per diversi aspetti, sono accomunate da un aspetto fondamentale e determinante: il protagonismo operaio!

2) L’assemblea ha visto la partecipazione di importanti soggetti combattivi della classe operaia e delle masse popolari e diversi organismi: operai GE-Pignone (sia di Massa che di Avenza), operai Sanac, lavoratori Rational e Eaton (che stanno lottando per la creazione di una cooperativa), Comitato familiari lavoratori Rational, Filctem, Casa Rossa Occupata, Collettivo Studenti in Lotta, circolo ARCI dei Baccanali, ANPI, Comitato Salute Pubblica Massa Carrara, Assemblea Permanente, Movimento 5 Stelle (di Massa e Carrara), Carrara Bene Comune, Dem-A, Sinistra Anticapitalista, PRC, numerosi cittadini e lavoratori. Questa ampia partecipazione è indice della forza e dell’autorevolezza che sta assumendo il presidio permanente NCA!

A migliaia sono passati dal piazzale della Rational, a migliaia ne stanno passando da questo presidio: il nostro territorio ha una gran voglia di lottare! Gli operai NCA, come quelli della Rational, hanno aperto una strada per difendere il proprio posto di lavoro, e non solo. Lavorare alla costruzione di una cooperativa dei lavoratori Rational-Eaton e lottare per il reintegro di Piero e Stefano significa, da una parte, difendere e creare nuovi posti di lavoro, dall’altra, impedire che altri lavoratori vengano licenziati a partire già dai prossimi mesi.

Il presidio deve continuare e farsi forza dei risultati positivi ottenuti finora, darsi gli strumenti per continuare nel modo migliore la battaglia.

Più il presidio assumerà le caratteristiche di una Tenda del Lavoro (punto di incontro tra operai, lavoratori, precari, disoccupati, studenti e comitati di lotta in cui si analizza la situazione, ci si coordina e si elaborano piani d’azione), più contribuirà alla costruzione della nuova governabilità “dal basso” dei territori, alla costruzione di un’Amministrazione Locale di Emergenza. L’Amministrazione delle organizzazioni operaie e popolari che agiscono affinchè anche Sindacati e Istituzioni mettano in campo ogni mezzo e risorsa a sostegno delle lotte in corso!

3 milioni e 400 mila euro stanziati a suo tempo per la Eaton, 20 milioni di euro previsti nell’Accordo di Programma firmato nei giorni scorsi: ecco da dove prendere i soldi per la costruzione della Cooperativa alla Rational! E ne occorrono soltanto una minima parte!

Minaccia della revoca della concessione dell’area demaniale a Costantino, amministratore NCA, conformemente all’articolo 42 della Costituzione (… La proprietà privata può essere, nei casi preveduti dalla legge, e salvo indennizzo, espropriata per motivi d’interesse generale …): ecco come fare per dare lavoro a Piero e Stefano e impedire altri licenziamenti da qui ai prossimi mesi!

Si tratta di volontà politica! Se mancherà, Sindacalisti e Istituzioni vanno cacciati e sostituiti con chi nei fatti, non solo a parole!, mostrerà il coraggio di rompere con i diktat imposti, le leggi e le leggine calate dall’alto, per il bene e nell’interesse dell’intera collettività!

Concludiamo con una citazione di Costantino:  “… il mio errore è stato quello di aver sottovalutato questo territorio e la sua identità. Non mi sono misurato con abitudini dure a morire”.

Bene, di una cosa almeno ha ragione!

Il nostro territorio, culla della resistenza partigiana, non si piegherà all’ennesimo affronto!

Sosteniamo ogni iniziativa dei lavoratori NCA in presidio!

Portiamo avanti con determinazione la lotta per la costruzione della cooperativa dei lavoratori Rational-Eaton!

Partecipiamo questa sera, venerdì 17 novembre alle ore 17,30, al corteo che ci sarà a Carrara, da piazza Gramsci al Comune e partecipiamo al Consiglio Comunale!

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

*