Venerdì 27 ottobre a partire dalle ore 9, presso i cancelli dei Nuovi Cantieri Apuani (via Cristoforo Colombo, Marina di Carrara), si terrà un PRESIDIO organizzato dalla FIOM FIM UILM contro il licenziamento di 10 lavoratori nei cantieri e in solidarietà con un membro del direttivo provinciale, operaio ai Nuovi Cantieri Apuania (NCA), bersagliato da provvedimenti disciplinari da parte della direzione dell’azienda: una delle tante aziende pubbliche svenduta allo squalo di turno (l’imprenditore Costantino) che ha fatto del cantiere una caserma e vorrebbe disfarsi dei lavoratori e dei delegati combattivi.

La spinta a organizzare il presidio è venuta da un nucleo di operai combattivi dentro l’azienda, deciso a dare battaglia e a non accettare passivamente la politica repressiva imposta da Costantino.

I lavoratori che si sono mobilitati nella battaglia Rational ci insegnano nella pratica che la presenza in azienda di un nucleo di operai combattivi, anche piccolo, può imprimere un nuovo corso agli eventi: può mandare a monte i piani dei padroni, può mobilitare i sindacati e le Istituzioni e metterli a contribuzione.

Per questo dobbiamo sostenere l’iniziativa dei nuclei operai combattivi e sostenere il loro coordinamento (come sta avvenendo con gli operai Rational, GE-Pignone, Sanac).

Facciamo appello alle RSU e ai lavoratori che hanno sostenuto la lotta della Rational, al Comitato Acqua alla gola, al Popolo dellAcqua, al Comitato Salute Pubblica, allAssemblea Permanente, ad Acad Massa Carrara, ai compagni del PRC, del PCI e del PC Rizzo, ai compagni della Casa Rossa Occupata e del Collettivo studenti in lotta, al M5S, al movimento DeMa a partecipare e a promuovere la partecipazione più ampia possibile al presidio del 27 ottobre.

I Nuovi Cantieri Apuani sono una risorsa per il territorio, gli operai che vi lavorano sono un patrimonio di professionalità che va difeso! L’arroganza di Costantino è la dimostrazione di quanto sia incompatibile l’interesse privato (i profitti dei padroni) con il diritto di ciascuno ad un lavoro utile e dignitoso sancito dalla Costituzione.

Pur sapendo che Costantino era (ed è!) uno squalo che mirava solo a fare speculazioni, la vecchia Amministrazione comunale di Carrara, con alla testa Zubbani, l’ha sostenuto con forza.

E’ dunque compito dell’attuale Amministrazione, per contraddistinguersi in tutto e per tutto, farsi carico delle proprie responsabilità e fare chiarezza sulla condotta di Costantino: serve decidere da che parte stare!

La sezione di Massa del Partito dei Carc ha deciso di spostare davanti ai cantieri NCA il presidio che si stava organizzando davanti al tribunale, in occasione dell’udienza (sempre venerdì 27 ottobre) del processo a Marco Lenzoni, infermiere accusato di aver promosso una manifestazione di protesta contro l’approvazione del Jobs Act e in solidarietà anche con Gina De Angeli, condannata nei giorni scorsi a una multa di 103 euro e a un mese di arresto per un corteo non autorizzato di 4 anni fa a sostegno delle lavoratrici della Dussman in lotta per difendere il posto di lavoro!

Sezione Massa del Partito dei CARC

15total visits,2visits today

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata