Segnaliamo e rilanciamo un’importante iniziativa organizzata dai compagni dell’ex OPG di Napoli. A seguire troverete tutti i riferimenti e recapiti sul come parteciparvi, dove e quando. L’iniziativa consiste nella costruzione della giornata della prevenzione, in cui gratuitamente si terranno una serie di esami diagnostici e si presenterà l’opuscolo sulla prevenzione.

La parte più interessante della presentazione e dei contenuti della giornata è sicuramente la seguente:

«Gli sportelli sono gratuiti, la serietà e la sensibilità sono massime! È una ricetta che ci prova su piccola scala che un altro modello di cura e di ascolto è facile a farsi, basta solo volerlo!E cosa ci frena, allora, nell’alzare lo sguardo e impegnarci per pretendere che tutto ciò diventi realtà diffusa? Noi pensiamo che la sanità debba essere pubblica, gratuita, di qualità e sottoposta a controllo popolare. Che significa? Che deve essere pensata e strutturata a nostra misura, secondo le nostre esigenze, senza che le nostre disponibilità di denaro comportino un ostacolo nell’accesso alle cure o differenze di trattamento e di speranza di vita».

Rompere con la delega, mobilitarsi per cominciare a dirigere pezzi di società che la classe dominante non vuole o non ha interesse di far funzionare. È questo il centro di ogni ragionamento di riscossa che dobbiamo fare oggi, guardare oltre il piano della rivendicazione, del chiedere alle autorità costituite di risolverci questo o quel problema, di lamentarsi di un mondo troppo difficile e complesso che non potremo mai trasformare. Partire dal basso, dai territori, dalle esperienze pratiche di autorganizzazione, creare reti, confronti e virilità, emulazione, sviluppo.

Sempre più oggi dobbiamo porci l’obiettivo di dirigere la società non in termini di “presa del palazzo”, di vittoria elettorale o di una lotta economica, ma nei termini di una progressiva conquista e sperimentazione di una nuova governabilità, una grande scuola imparare a fare a meno di chi ci governa, sfrutta e affama oggi. Una governabilità diffusa e dal basso che arrivi ad affermarsi come governo reale del paese. Questo vuol dire costruire la rivoluzione socialista nel nostro paese oggi, questo vuol dire costruire un’alternativa concreta al procedere della crisi.

Napoli, oggi, è teatro di molteplici comitati e associazioni che si mobilitano per una Sanità utile e dignitosa, che si mobilitano contro la chiusura degli ospedali (San Gennaro, Pellegrini, Scalesi, Annunziata, Maresca ecc.) e contro le speculazioni politiche ed economiche sulla pelle dei cittadini. Quello della sanità pubblica è un enorme campo di rapina e dismissione delle conquiste che le masse popolari hanno conquistato con la lotta e con la vita, la loro difesa dipende quindi non dalla bontà o meno di padroni, affaristi e speculatori, ma da quanto le masse popolari sapranno difenderle, amministrarle dal basso e costruirne di nuove.

Non sono i padroni ad essere forti, sono le masse popolari che non fanno valere ancora la loro forza.

 

_______________________________________________

MERCOLEDÌ 17 MAGGIO – DALLE 15,30 ALLE 19,30

Ex OPG Occupato – Je so’ pazzo

via Imbriani 218 (angolo via Salvator Rosa)

– ECOGRAFIE MAMMARIE GRATUITE

– ECOGRAFIE TIROIDEE GRATUITE

– INFOPOINT SULLA PREVENZIONE PRIMARIA E SECONDARIA

PRESENTAZIONE DELL’OPUSCOLO “A SALUTE E’ A PRIMMA COSA” SUGLI SCREENING DI PREVENZIONE

IMPORTANTE! COME PRENOTARE? Per poter effettuare le ecografie è necessario prenotarsi (i medici possono effettuare esami per un massimo di 30 persone per ecografie della tiroide e della mammella). Ci si può prenotare o chiedere informazioni scrivendo alla mail sportellomedicoexopg@gmail.com. Se hai bisogno

di informazioni puoi mandare anche un messaggio alla pagina facebook!

Qui l’opuscolo sugli Screening oncologici che distribuiremo durante la giornata:
http://jesopazzo.org/…/222-opuscolo-prevenzione-salute

lo Sportello Medico Popolare rilancia un’intera giornata dedicata alla salute, la Giornata della Prevenzione, prima di una lunga serie di iniziative aperte a tutti e a tutte, gratuite, che ci accompagneranno fino a luglio inoltrato!

—–
Perchè partecipare?

Perchè in una città e in una regione in cui curarsi è diventato un lusso per pochi, vogliamo dimostrare che organizzandosi dal basso è possibile garantire a tutte e tutti un’assistenza sanitaria gratuita e di qualità, senza tempi d’attesa infiniti! Per questo le prime persone che si prenoteranno, avranno accesso ad ecografie gratuite a tiroide, mammella e apparato genito-urinario maschile, nel pomeriggio di lunedì! Le prenotazioni saranno aperte a tutti e tutte, a chi sa già di avere un problema di salute e non ha modo di poterlo monitorare al meglio a causa delle disfunzionalità dei nostri servizi di sanità pubblica, a chi vuole prevenire qualsiasi complicazione medica o gestirla fin dalle sue prime fasi per evitare aggravamenti evitabili!

Perchè mentre ci chiudono reparti ospedalieri, Pronto Soccorso, interi servizi specialistici in ogni quartiere della città, mentre ci aumentano i ticket fino a far diventare qualsiasi visita medica inaccessibile, noi vogliamo sovvertire il paradigma per cui dal medico si va solo quando non se ne può proprio fare a meno e dimostrare che il miglior modo di prendersi cura della propria salute è farlo per tempo, è fare prevenzione! Distribuiremo per questo, a chiunque ci passerà a trovare, l’opuscolo informativo “ ‘A SALUTE È ‘A PRIMMA COSA!” che spiega l’importanza della Prevenzione Secondaria, in particolare di quei test di Screening a cui dovremmo accedere in maniera semplice e gratuita nei servizi di sanità pubblica e riguardo ai quali nessuno ci informa e si sa molto, molto poco!

Perché in un territorio devastato dall’inquinamento, dalle difficili condizioni sociali in cui siamo costretti a vivere, abbiamo il diritto di essere informati e informate, di correre ai ripari, per tutelare il proprio benessere prima ancora di dover accedere ai servizi sanitari, facendo così Prevenzione Primaria! Quali sono quei “determinanti di salute” che ci consentono di ridurre al minimo il rischio di ammalarci? Come organizzarsi, come fare comunità, per tutelarci in maniera efficace? Ne parleremo tutti assieme nel corso della giornata!

Insomma, la Giornata di Prevenzione è pensata per sperimentare una piccola ma concreta forma di resistenza dal basso, a partire dai nostri quartieri, per difendersi da una realtà sociale che è sempre più difficile da vivere e da affrontare da soli, soprattutto quando in ballo è il nostro benessere psico-fisico! Vogliamo dar vita, assieme, ad un’esperienza di comunità che viva di dibattito e di confronto e che sia utile a chiunque abbia qualche piccolo problema, per trovare risposte semplici ed efficaci, a misura di tutte e tutti!

leggi l’opuscolo: “‘A salute è a primma cosa. Obiettivo prevenzione garantita, giusta e gratuita”
http://jesopazzo.org/index.php/attivita/sportello-medico/222-opuscolo-prevenzione-salute

leggi l’opuscolo: “‘A salute è a primma cosa. Contraccezione e IVG”

http://jesopazzo.org/index.php/attivita/salute-benessere/417-opuscolo-contraccezione-e-ivg


Passa a trovarci e conoscerai tutti i volontari che settimana dopo settimana animano lo Sportello Medico Popolare dell’ex-OPG, lo Sportello Nutrizionale e lo Sportello di Ascolto: medici, infermieri, volontari sensibili alla tematica, nutrizioniste, psicologhe, assistenti sociali… tutti insieme ci impegnamo ogni giorno per fornire assistenza e informazione gratuita che difenda nel concreto un’idea di sanità pubblica, universalistica, di qualità, accessibile a tutte e tutti, che sembra un’utopia ma che invece è molto semplice a farsi! Ti aspettiamo!

—–
Je so’ pazzo è un ex-opg (ospedale psichiatrico giudiziario) occupato nel marzo 2015 da un gruppo di studenti, lavoratori, disoccupati, per sottrarlo all’abbandono e per restituirlo alla città, per ricostruire la memoria di questo luogo terribile di esclusione e tortura, e lanciare percorsi di mobilitazione a partire dalle nostre concrete esigenze: dal lavoro al territorio, dalle scuole alle università, dalla casa alla sanità.

—–
Come arrivarci?

– Metro Linea 1: Fermata Materdei(5 minuti a piedi verso Salita San Raffaele)

– Dal centro storico (15 minuti a piedi):arrivare al museo nazionale e salire via Salvator Rosa,all’incrocio con via Imbriani ci trovate sulla destra.

—–
Ex Opg Occupato – Je so’ pazzo

paginafacebook: https://www.facebook.com/exopgjesopazzo

sito web: http://jesopazzo.org/

twitter: https://twitter.com/ExOpgJesopazzo

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

*