Terni. Il 22 aprile si è volto una riunione fra alcuni operai appartenenti a diverse sigle sindacali degli stabilimenti siderurgici AST di Terni e ex Lucchini di Piombino per discutere la piattaforma di coordinamento nazionale dei lavoratori del settore redatta dai lavoratori toscani che sono organizzati nel Coordinamento Articolo 1 Camping CIG. Comincia quindi a concretizzarsi un percorso di confronto avviato lo scorso settembre e che vedrà il prossimo passaggio il 20 maggio in un’altra riunione allargata ai colleghi di Taranto: il primo stabilimento europeo per dimensioni che vive difficoltà occupazionali, ambientali e politiche (è in corso la svendita, accompagnata da migliaia di richieste di CIG straordinaria) simili agli altri. Nell’occasione, sarà approvato definitivamente il testo con le integrazioni che sono emerse nel dibattito come necessarie, in particolare su bonifiche e indotto, e diffuso ai contatti degli altri stabilimenti siderurgici italiani. Nella seconda metà di giugno questi operai si propongono di realizzare un’assemblea nazionale, aperta principalmente anche alle altre forze operaie, politiche e sindacali che vorranno portare il loro contributo. Verrà presentato questo progetto di organizzazione e coordinamento di grande importanza per lo sviluppo della lotta contro lo smantellamento progressivo di questo settore produttivo, per trattare di un piano della siderurgia  nazionale indispensabile e le vie per metterlo in pratica. Riteniamo importante e significativo il fatto che si fissino delle scadenze per dare continuità ai lavori e al coordinamento stesso.

Altra proposta emersa e che verrà ripresa quanto prima, un’iniziativa pubblica da svolgere sempre a Terni con il vicepresidente emerito della Corte Costituzionale sull’articolo 1 della Costituzione: quel diritto al Lavoro che viene sistematicamente calpestato dalla classe dominante del nostro paese, e che caratterizza il nome dell’organizzazione degli operai piombinesi. Infine, i ternani sono stati invitati a “ricambiare la visita” il mese prossimo a Piombino per partecipare all’iniziativa che come P.CARC stiamo costruendo in città per portarvi gli operai Rational e la loro esperienza di lotta.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

*