359 Visite

Prosegue la lotta contro la volontà di chiusura della fabbrica per mano dei soliti affaristi e speculatori del territorio in combutta con i padroni, i fratelli Ciaponi.

Primi insegnamenti e risultati della lotta degli operai Rational.           

  1. Gli operai Rational non si sono fatti prendere dal panico, dalla disperazione, non si sono rassegnati. Questo gli ha consentito di creare un primo nucleo di operai che ha promosso il presidio permanente in fabbrica e ha dato vita ad un Consiglio di fabbrica che si è messo subito in moto per definire una linea di lotta ed elaborare delle soluzioni per riprendere in mano la produzione.
  2. La nascita del Consiglio di fabbrica ha inoltre consentito di creare le condizioni che hanno portato a smascherare la speculazione in atto e bloccarla.
  3. Non si sono isolati, ma sono usciti all’esterno della propria fabbrica. Gli operai Rational sono riusciti a mobilitare intorno a sé i lavoratori delle altre aziende (che è l’aspetto principale e determinante) e le organizzazioni popolari della zona. Hanno raccolto la solidarietà a livello nazionale. Il loro problema è diventato un problema di tutti.
  4. La mobilitazione degli operai ha spinto i Sindacati a dare il meglio, a seguire una linea di attacco verso la riapertura della fabbrica, a non limitarsi a rivendicare gli ammortizzatori sociali.
  5. La mobilitazione degli operai ha portato l’Amministrazione Comunale a dare il proprio sostegno e a contribuire per bloccare la speculazione in corso.

Tutto ciò non cade dal cielo, perché se la Rational dimostra che è possibile riaprire le fabbriche, impedire le sporche manovre di affaristi e speculatori, mettere all’angolo i padroni, è perché alla testa della lotta ci sono operai decisi a vincere.

Ci sono operai che nella pratica stanno dando seguito alla volontà espressa da milioni di uomini e donne che lo scorso dicembre hanno affermato su carta di non essere disposti/e a perdere i diritti conquistati con il sangue durante la Resistenza antifascista e contenuti nelle parti progressiste della Costituzione Italiana. In particolare gli operai Rational stanno difendendo e applicando l’articolo 4:  il diritto al lavoro è imprescindibile; l’articolo 42: la proprietà privata deve comunque avere una funzione sociale, che per interesse generale può essere espropriata.

Le idee giuste non cadono dal cielo, si costruiscono. Nascono e si sviluppano sul terreno della lotta di classe.

A più di un mese di lotta che ha visto l’innalzarsi immediato di un presidio permanente ordinario e stabile, di assemblee, di iniziative di vario genere e manifestazioni che hanno portato il piazzale della Rational a divenire “una piazza della città”, mercoledì 12 aprile gli operai Rational hanno messo in campo qualcosa di diverso, di superiore. Utilizzando le lavatrici e le asciugatrici industriali prodotte nello stabilimento, hanno lavato e asciugato le tute degli operai di altre fabbriche (hanno consegnato il proprio vestiario alcuni operai di GE-Nuovo Pignone e indotto, della Sanac, della SKF, della Gasperi-Menotti e dall’Asmiu).

Questa iniziativa aveva uno scopo ben preciso, quello di presentare un progetto: creare una Cooperativa di Lavoratori e avviare un’attività di lavanderia per le industrie della zona, perché, come ha ricordato bene un operaio di un’altra fabbrica, le persone morte a causa del lavaggio domestico degli indumenti da lavoro contaminati con sostanze nocive, basti pensare al lungo elenco di morti per amianto, sono state fin troppe!

Dunque non solo mantenimento e incremento dei posti di lavoro, ma anche difesa della salute pubblica di un’intera collettività!

Organizzarsi e coordinarsi per costruire Amministrazioni locali di emergenza e il Governo di Emergenza Popolare!

In estrema sintesi, la lotta degli operai Rational dimostra che anche un piccolo nucleo di operai, se organizzato e deciso a vincere, se occupa la fabbrica ed esce dalla fabbrica, è in grado di sprigionare una forza tale (superiore a qualsiasi altra forza!) da spingere chiunque ad andargli dietro e a scendere sul terreno della lotta, compresi tutta una serie di soggetti autorevoli (Sindaco ed esponenti della sinistra sindacale) che, come i fatti dimostrano, sono arrivati a prendere una posizione chiara e decisa a favore degli interessi degli operai e stanno mettendo in campo misure di rottura contro i poteri forti del territorio per mettere avanti gli interessi delle masse popolari agli interessi della borghesia imperialista.

Quanto sta avvenendo con la vicenda Rational conferma quindi la necessità e la giustezza di adoperarsi per costruire Amministrazioni Locali di Emergenza, Amministrazioni che, composte da soggetti di loro fiducia (dirigenti della sinistra sindacale, esponenti democratici della società civile e delle amministrazioni locali, personalità della sinistra borghese non accecate dall’anticomunismo), su opera e spinta della classe operaia e delle masse popolari organizzate e coordinate, danno forma e forza di legge alle misure da esse indicate dal basso per far fronte agli effetti peggiori della crisi.

Costruire Amministrazioni Locali di Emergenza, a livello territoriale, e il Governo di Emergenza Popolare, a livello nazionale, oltre che ad essere il primo passo per affrontare la situazione di emergenza in cui riversa il territorio e il paese intero (principale è l’organizzazione della classe operaia e delle masse popolari tutte!), sarà anche il modo più efficace per contrastare la mobilitazione reazionaria promossa dalla borghesia imperialista e sarà occasione per far compiere su larga scala (decisivo è il ruolo dei comunisti) quella scuola pratica, intellettuale e morale di comunismo di cui le masse popolari necessitano per arrivare ad instaurare il Socialismo, unica vera alternativa alla crisi del sistema capitalista che non ha più nulla da offrire, se non morte e miseria.

Sosteniamo tutti gli operai Rational, affinchè la loro vittoria segni la strada anche per le altre fabbriche in crisi!

Portate la vostra solidarietà agli operai Rational! Passate dal presidio in fabbrica (via Catagnina a Massa) e per chi può, portate aiuti economici (i lavoratori stanno raccogliendo sottoscrizioni) e materiali (ad esempio: generi alimentari)!

Chiunque abbia competenze, le metta a disposizione degli operai Rational che stanno lavorando alla creazione di una cooperativa! Portate suggerimenti e idee!

VENERDI’ 21 APRILE PARTECIPIAMO ALL’ASSEMBLEA PUBBLICA ALLA RATIONAL CON IL VICE PRESIDENTE EMERITO DELLA CORTE COSTITUZIONALE PAOLO MADDALENA! PERCHE’ GLI OPERAI RATIONAL LA COSTITUZIONE LA APPLICANO NEI FATTI!

Vincere alla Rational per fare un passo avanti nella costruzione di un’Amministrazione Comunale di Emergenza e di un  Governo di Emergenza Popolare!

Avanti fino alla vittoria!

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata