Raccogliamo e condividiamo il volantino che le masse popolari del quartiere Sanità di Napoli hanno prodotto per ribadire le finalità dell’occupazione dell’ospedale San Gennaro dei poveri.

I vertici della Repubblica Pontificia e i loro Governo Renzi proseguono la guerra di sterminio non dichiarata nei confronti delle masse popolari. L’opera di smantellamento della sanità pubblica, in questo caso la chiusura di un ospedale, ha trovato la risposta decisa delle masse popolari.

Ieri, lunedì 17 ottobre, è stato occupato l’ospedale!

Oggi più che mai difendere la Costituzione significa applicare le sue parti progressiste, l’articolo 32 recita: ““La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti”.

Invitiamo tutti i comitati e le organizzazioni che difendono la sanità pubblica a sostenere questa battaglia!

****

  foto4

OPERAZIONE SAN GENNARO, RIPRENDIAMOCI L’OSPEDALE!

I cittadini e le cittadine del Rione Sanità hanno deciso di occupare l’ospedale San Gennaro per impedire lo smantellamento criminale, messo in atto dalla Regione Campania, di un servizio pubblico vitale per il quartiere e per la città tutta.

L’obiettivo è ormai chiaro, smantellare la sanità pubblica per favorire le speculazioni e gli interessi di affaristi di turno, violando apertamente la Costituzione che sancisce il diritto alla salute pubblico e gratuito.

Chiudere il San Gennaro significa eliminare la possibilità per gli abitanti del quartiere di avere un presidio medico di Pronto Soccorso e di cura.

Il San Gennaro è uno degli ultimi poli di occupazione che crea benessere e servizi utili al quartiere, la sua chiusura cancellerebbe ulteriori posti di lavoro in un territorio in cui dilaga la disoccupazione e che da mesi è sotto attacco di una guerra di Camorra spietata.

L’ospedale non va chiuso! Devono essere immediatamente ripristinati un presidio di Pronto Soccorso e reparti di eccellenza di intervento specializzato e sviluppare poli di medicina preventiva e riabilitativa.

Siamo in presidio permanente all’interno della struttura per impedire il trasferimento dei macchinari e di tutte le attrezzature medico sanitarie, previste a partire da martedì 18 ottobre e i giorni a seguire.

foto-3

RIBADIAMO CON FORZA CHE L’OSPEDALE SAN GENNARO NON VA CHIUSO!

Chiamiamo tutto gli abitanti del quartiere a sostenere e partecipare al presidio

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

*