Riceviamo e pubblichiamo alcune riflessione fatte dai giovani e giovanissimi fondatori della commissione per la cultura proletaria. I giovani compagni ci spiegano perché hanno promosso la nascita di questa commissione e dove vogliono arrivare.

Avanti compagni!

Costruiamo la rivoluzione socialista in Italia!

“La cultura proletaria è l’elaborazione ad un livello superiore della pratica

dei proletari; essa è prodotta dai proletari per i proletari stessi perché comprendano il proprio ruolo nella storia. Essa è quindi quella cultura propria alle classi subalterne. In questa prospettiva diviene centrale lo studio della mentalità e della cultura delle classi popolari, da sempre, tenute, dalla classe dominante, lontane dal potere, dal controllo della produzione, dalla cultura. La cultura è, quindi, la coscienza del proprio ruolo sociale nella storia. Questo vuol dire per una classe comprendere quale sia il compito storico. Quello dei proletari è fare la rivoluzione socialista: costruire una società nuova, diretta dai proletari per i proletari. La diffusione della Cultura Proletaria è il compito che questa commissione, composta esclusivamente da giovani delle masse popolari, si propone.

Per la commissione,

Marco Coppola”.

GIOVANI PER LA CULTURA PROLETARIA

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

*