La sezione di Massa del Partito dei CARC esprime piena e incondizionata solidarietà alla lavoratrice Gina De Angeli del Collettivo SOS alla quale è stato recentemente recapitato un decreto penale di condanna attraverso il quale le si contesta, nell’ambito di una mobilitazione a sostegno delle allora lavoratrici Dussmann (oggi Colser), di “aver istigato le stesse a recarsi in corteo in Comune per parlare con il Sindaco…”.

Siamo consapevoli che si tratta dell’ennesimo attacco messo in campo dalla classe dominante che mira all’isolamento degli elementi più combattivi, degli elementi “scomodi”, perché Gina non è soltanto una lavoratrice, ma è anche una compagna.

È così che a pochi giorni dalla ricorrenza del 25 aprile, anniversario della Liberazione del nostro paese dal nazi-fascismo, invitiamo a Resistere alla repressione e a Lottare la repressione!

Resistere alla repressione significa resistere al tentativo di cancellare a colpi di denunce e processi i valori e le conquiste per cui centinaia di migliaia di partigiani hanno lottato.

Lottare la repressione significa trasformare gli attacchi repressivi in occasioni di coordinamento e mobilitazione sulla battaglia per contrastare la deriva reazionaria del governo Renzi, mobilitando le masse popolari organizzate ad imporre una soluzione positiva per fare fronte alla crisi e trasformare il paese.

A fianco e a sostegno di Gina e di tutti coloro che sono colpiti dalla repressione.

Trasformiamo questi attacchi in un’arma a nostro favore!

Trasformiamo il paese!

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

*