Riceviamo e pubblichiamo

Aggressione fascista venerdì pomeriggio, 15 aprile, contro il segretario provinciale della Fiom Cgil di Brescia Francesco Bertoli e Antonio Ghirardi, esponente della segreteria Fiom, fuori dai cancelli dell’Iveco di via Fiume a Brescia,dove era stato allestito un banchetto di raccolta firme per la proposta di legge di iniziativa popolare e per i tre quesiti referendari a sostegno dell’iniziativa Cgil “Carta dei diritti”

In contemporanea fuori dall’Iveco anche alcuni figuri, che la Fiom definisce “non dipendenti dell’azienda, che stavano distribuendo – dietro pagamento, come ammesso da loro stessi – volantini del sindacato Ugl”.

Tra i due gruppi c’è stata una breve discussione, legata al fatto che la storica bacheca sindacale Cgil era stata coperta da uno striscione dell’Ugl. La vicenda, dopo pochi minuti, è però rientrata senza particolare tensione.

Al termine dell’iniziativa però uno dei volantinatori dell’Ugl, ha aggredito alle spalle il segretario Francesco Bertoli urlandogli più volte: «Comunista di merda» e facendo il saluto romano.Antonio Ghirardi è intervenuto, ricevendo diversi colpi alla spalla, al punto da dover essere portato in ospedale con l’autoambulanza.

Il fascista è stato identificato dai carabinieri.

Sentiamo il segretario Fiom Cgil di Brescia, Francesco Bertoli, ai nostri microfoni.

Ascolta o scarica qui. Da Radio Onda d’Urto

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

*