Affermare e sviluppare il marxismo-leninismo-maoismo (m-l-m), la concezione comunista del mondo e la strategia della rivoluzione proletaria in cui esso si articola è il contributo principale che la Carovana del (nuovo)Partito comunista italiano dà alla rinascita del movimento comunista internazionale.

Costituire in Italia il Governo di Blocco Popolare, rompere le catene della comunità internazionale dei gruppi imperialisti europei, americani e sionisti e fare dell’Italia un nuovo paese socialista è il principale contributo che essa dà allo sviluppo vittorioso della seconda ondata della rivoluzione proletaria che avanza facendo fronte al catastrofico corso della cose che la borghesia e le altre classi dominanti impongono a  tutto il mondo.

Il P.CARC collabora e sostiene l’azione del (n)PCI per promuovere all’interno del movimento comunista internazionale la discussione su quattro temi:

  1. il bilancio del movimento comunista (prima ondata della rivoluzione proletaria e primi paesi socialisti, crisi del movimento comunista e revisionismo moderno, rinascita del movimento comunista sulla base del m-l-m);
  2. la teoria della (prima e seconda) crisi generale del capitalismo nell’epoca imperialista e della connessa situazione rivoluzionaria in sviluppo;
  3. il regime di controrivoluzione preventiva instaurato dalla borghesia nei paesi imperialisti;
  4. la strategia della guerra popolare rivoluzionaria di lunga durata.

Il P.CARC fa proprie le tesi relative a questi temi esposte nell’opuscolo del (n)PCI I quattro temi principali da discutere nel movimento comunista internazionale.

Il P.CARC

  • denuncia le aggressioni criminali, le sanzioni, le guerre economiche, i complotti e le manovre di destabilizzazione che la comunità internazionale dei gruppi imperialisti europei, americani e sionisti conduce in tutto il mondo (il Medio Oriente, l’Africa e l’Ucraina sono solo i teatri più sanguinosi dell’opera recente della comunità internazionale);
  • promuove la protesta delle masse popolari contro il governo della Repubblica Pontificia che fa partecipare l’Italia alle aggressioni militari e alle imprese criminali condotte dalla comunità internazionale;
  • sviluppa la solidarietà e la collaborazione con i partiti comunisti che in vari paesi (India, Filippine e altri) conducono la rivoluzione di nuova democrazia, con i governi e gli Stati dell’America Latina (Cuba, Venezuela, Bolivia, ecc.) che si oppongono alla comunità internazionale dei gruppi imperialisti europei, americani e sionisti, con le forze che promuovono e compongono la resistenza antimperialista delle masse popolari dei paesi ricolonizzati, con gli Stati le cui Autorità non si sottomettono ai voleri della comunità internazionale dei gruppi imperialisti, con gli organismi popolari e democratici dei paesi imperialisti;
  • denuncia e combatte la campagna di intossicazione della coscienza e dei sentimenti delle masse popolari dei paesi imperialisti che la borghesia e il clero conducono (la cosiddetta “guerra al terrorismo”) in particolare contro la resistenza antimperialista delle masse popolari dei paesi ricolonizzati.

Il P.CARC sostiene e sviluppa la solidarietà e la collaborazione con partiti e movimenti che lavorano per costituire governi che adottano programmi e misure di emergenza per far fronte alla crisi generale del capitalismo contro i diktat della comunità internazionale dei gruppi imperialisti europei, americani e sionisti.

Viva l’internazionalismo proletario!

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

*