Reggio Emilia, 17/10/2014


Solidarietà ai manifestanti che il 25 aprile si opponevano alla Lega Nord!

E’ il razzismo ed il fascismo ad essere illlegale!

Stroncare le prove di fascismo è un atto di democrazia!

 

Veniamo a conoscenza da un comunicato su Globalproject [http://www.globalproject.info/it/in_movimento/reggio-emilia-aq16-risponde-ai-provvedimenti-cautelari-previsti-per-il-corteo-del-25-aprile/17987] che alcuni attivisti del Laboratorio AQ16 di Reggio Emilia, del TPO di Bologna ed un altro compagno del movimento, sono stati sottoposti all’obbligo di firma giornaliero per essersi opposti alla presenza in città della formazione razzista e xenofoba della Lega Nord, il 25 aprile di quest’anno.

Il Comitato 28 aprile esprime piena solidarietà ai manifestanti colpiti dalla repressione sostenendo che cacciare dalla propria città i gruppi fascisti e xenofobi è legittimo anche se illegale, poiché quando le istituzioni che dovrebbero difendere e rispondere alla Costituzione antifascista nata dalla Resistenza partigiana, ne fanno carta straccia, è giusto e legittimo che il popolo la faccia applicare attraverso la mobilitazione di piazza.

Questo ennesimo attacco da parte degli apparati repressivi definisce una chiara strategia persecutoria verso chi oggi si mette in prima linea per la difesa dei diritti esistenti e per la conquista di nuovi.

Il Comitato 28 aprile aderisce  all’assemblea che si terrà MARTEDÌ 21 OTTOBRE ALLE 20.30 PRESSO LA GABELLA DI VIA ROMA ed invita tutte le organizzazioni, i collettivi(ed i singoli) che si definiscono democratici, progressisti ed antifascisti a parteciparvi, per la costruzione di una mobilitazione cittadina che respinga i provvedimenti cautelari repressivi e ribadisca che se non sono le istituzioni ad occuparsi di fermare le prove di fascismo allora è legittimo che sia il popolo a storncare i tentativi di derive reazionarie.

Chi deve andare sotto processo? Gli antifascisti o chi ha tollerato la presenza dei razzisti e xenofobi in piazza? Gli antifascisti o i razzisti della Lega Nord e la polizia, suoi difensori?

La solidarietà ed il sostegno, anche economico, verso chi promuove iniziative di “disobbedienza civile”, “diritto alla resistenza”, legittimo(il)legale o come lo si voglia chiamare, è un dovere per quanti oggi aspirano a un cambiamento reale della società e al contempo alimento di una trasformazione in senso positivo.

___________________________________________________________

RICORDIAMO,

SABATO 25 OTTOBRE ORE 22.00 PRESSO AQ16

DIRITTO ALLA RESISTENZA! Concerto benefit per gli antifascisti.

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

*