CONTRO LA REPRESSIONE, COSTRUIAMO LA SOLIDARIETA’!

 
Sabato 19 gennaio 2013
 – dalle 15.00 alle 20.00 – c/o Spazio aut organizzato R60 – via Berta 4/c, Reggio Nell’Emilia, Emilia-Romagna, Italy

 

Presentazione del

“Piccolo Manuale di Autodifesa Legale”

 
Seguirà dibattito al quale parteciperanno
– Avvocato Benedetto Ciccarone di Milano, curatore del “Piccolo Manuale di Autodifesa Legale”
– Elena “Nina” Garbieri, del movimento NO TAV della Val Susa
– Angelo D’Arcangeli, Direzione Nazionale Partito dei CARC, imputato per il sito “Caccia allo Sbirro” e uno dei gestori del sito vigilanzademocratica.org
– un compagno dello Spazio Guernica di Modena
– un compagno del Collettivo AutOrganizzato R60

Al termine dell’iniziativa: aperitivo-buffet solidale

 
L’ampio e articolato movimento popolare che nasce come resistenza agli effetti della crisi e si sta trasformando sempre più in un movimento che lotta per la ricerca e ridefinizione del concetto di democrazia (partecipazione attiva dei lavoratori e delle masse popolari nella gestione delle società), che mette in discussione l’attuale sistema sociale e propone nuovi modi di produzione collettivi e condivisi e nuovi rapporti sociali.
 
La risposta puntuale dei Governi delle banche e dei “poteri forti” a questo non si fa attendere:
in Italia chi si ribella subisce arresti, denunce, condanne, pedinamenti, perquisizioni senza mandato e intimidazioni di ogni genere, si arriva fino all’omicidio nelle carceri e nelle questure del nostro paese.
 
I casi più noti a livello nazionale sono la repressione del movimento NO TAV (militarizzazione del territorio, arresti, denunce, pestaggi e intimidazioni), il pestaggio di lavoratori in lotta, la repressione di partecipanti alla manifestazione del 15 ottobre 2011. A questi si associano le campagne mediatiche di demonizzazione e intossicazione e i tanti processi intentati in questi mesi ai danni di lavoratori, studenti, sindacalisti, associazioni, collettivi e organizzazioni antifasciste, comuniste, anarchiche. Processi e campagne accompagnate o da campagne di terrorismo mediatico o fatti passare sotto silenzio.
 
Tante esperienze dirette e indirette ci svelano uno scenario tutt’altro che confortante: le cronache giudiziarie testimoniano che spesso le forze dell’ordine aggrediscono anche fisicamente chi è già stato arrestato; gli interrogatori, poi, sono condotti con metodi coercitivi e autoritari, sono fondati su tranelli psicologici, che fanno leva sulla condizione di fragilità degli arrestati e sulla loro inesperienza. La violazione delle norme e di diritti di indagati, fermati è all’ordine del giorno.
 
In tutto il paese e così anche in Emilia questa si mostra nelle forme della repressione e persecuzione di varie compagni e compagni e di collettivi e organizzazioni. I casi più noti sono i processi a carico di compagn* sotto processo e accusati di essere gli autori del sito internet “Caccia allo sbirro”, di compagn* di Fuoriluogo, di compagn* accusati di sostenere e partecipare al movimento NO TAV, compagn* che vengono attaccati perché punti di riferimento e promotori delle lotte sul territorio.
Per questo è importante sviluppare e promuovere la resistenza alla repressione, la lotta alla repressione e la solidarietà proletaria.
 
Per questo organizziamo a Reggio Emilia un’iniziativa sulla repressione.
Un’iniziativa per conoscerci, confrontarci, scambiare esperienze, discutere di repressione e vigilanza democratica e per sviluppare la solidarietà proletaria.
Un’iniziativa che riteniamo anche un momento per coordinarci e crescere collettivamente nella concezione della lotta alla repressione e nella conoscenza degli strumenti e delle informazioni che abbiamo a disposizione per farvi fronte.

Promuovono
 
Collettivo AutOrganizzato R60
Via Berta 4/c Reggio Emilia
r60@inventati.org
http://collettivor60.noblogs.org/

Partito dei CARC – Emilia Romagna
www.carc.it


———————————-
 
Propaganda l’evento

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

*