pag. 64 – euro 4 – edizione 1997

In un periodo caratterizzato da continui attacchi alle condizioni di vita e di lavoro a cui la borghesia imperialista sottopone i lavoratori e le masse popolari strappando via via i diritti che fino a pochi anni fa sembravano intoccabili, si corre il rischio di sottovalutare l’attualità di questo opuscolo. Sono qui documentate le conquiste delle masse popolari nel dopoguerra e gli effetti che la crisi del sistema capitalista (iniziata verso la metà degli anni ’70) ha su tali conquiste. Più che “non attuale” è corretto definire questo opuscolo “non aggiornato”, perché la crisi è avanzata e si è aggravata. La base materiale che ha reso possibili le conquiste delle masse popolari sono stati i tre decenni (1945-1975) di sviluppo dell’economia capitalistica. Beninteso, la classe dominante, la borghesia imperialista, non ha regalato ai lavoratori né miglioramenti economici, né il diritto di sciopero, il diritto di associazione, ecc. Essi li hanno dovuti strappare, cioé conquistare con la lotta, con il sacrificio. Ecco perché parliamo di conquiste.

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

*