pagg. 20 ‚euro 3,00 – Edizione 1996

La rivoluzione culturale venne condotta per cacciare dalla posizione di potere coloro che occuparono nel Partito Comunista Cinese e nello Stato proletario, quei dirigenti (revisionisti moderni) che promuovevano la restaurazione del capitalismo.
Per comprendere meglio come fu possibile che i revisionisti moderni, durante il periodo di ripresa e di sviluppo che il sistema capitalista ebbe fra il 1945 e il 1975, conquistassero il potere nel partito comunista e nei paesi socialisti compromettendo una gran parte dei risultati della prima ondata della rivoluzione proletaria.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

*